“SE ARIANNA” di Anna Visciani (Recensione di Liliana Sghettini)

Questo libro narra la storia di una normale coppia alle prese con una normale gravidanza che d’improvviso si trasforma in un incubo ad occhi aperti da dover affrontare.
E’ la storia di una famiglia che coraggiosamente si costruisce giorno per giorno, per affrontare la malattia di Arianna, bambina handicappata, così come l’autrice stessa la definisce; la storia di una famiglia che vivendo cedimenti, disperazione e dolore ma anche ottenendo piccole vittorie riesce a costruire un proprio equilibrio.
E’ un libro sull’amore incondizionato come unica risposta al dolore ed anche un libro sui rapporti tra fratelli, Alice e Daniele, che in modo schietto ma anche tenero ed immensamente affettuoso, descrivono la loro sofferenza nell’affrontare la presenza scomoda di Arianna, una sorella che loro non hanno scelto ma il destino ha loro riservato.
E’ un libro sul dolore e sull’amore, sullo smarrimento e sulla consapevolezza, sulla lotta ma anche sulla silenziosa accettazione come strumento di forza per il vivere quotidiano.
Davide, il papà di Arianna dice con estremo coraggio “L’accettazione arriva forse nel momento in cui si smette di pensare a come sarebbe stata e si comincia a vederla bene così come è”.
Ma cosa vuol dire essere genitori di un bambino handicappato?
L’autrice, coraggiosamente svela, pian piano, quale sia la quotidianità di una famiglia “diversamente abile” perché “quando c’è una necessità da soddisfare non si può rimandare, non si può dire più tardi, non si può dire adesso non ho voglia”.
Mi domando però, ma questo atteggiamento non dovrebbe essere distintivo di tutti i genitori attenti al benessere dei propri figli?
Insomma la vita è una “semplice” questione di prospettiva?
Mi piace concludere la mia breve recensione ricordando le parole di una cara amica, mamma di una bimba di tre anni affetta da sclerosi multipla che un giorno con un dolce sorriso mi disse “la sua è una malattia che non va accettata ma semplicemente affrontata”
se-arianna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *