After #1 (recensione)

 

Libro After #1AFTER #1

Allora, la prima recensione che vi lascio è quella che riguarda il primo capitolo della serie After, la fanfiction ispirata agli One Direction e scritta dalle sapienti mani di Anna Todd. Dopo l’immenso successo avuto su Wattpadd, piattaforma costituita interamente da autori dilettanti (nel 2014 erano circa 40 milioni di iscritti e 80 milioni di storie pubblicate), la Todd ha venduto alla Paramount Pictures i diritti per poterne fare un film, che, a detta di molti, potrebbe essere un degno erede di Cinquanta Sfumature di Grigio di E.L. James.

After #1 è una storia che ruota intorno a Tessa, dolce e innocente ragazza che sta per cominciare l’avventura tanto sognata dell’università, e di Hardin il tipico cattivo ragazze da cui ti mettono sempre in guardia mamma e papà.

Lei è una ragazza super ordinata, con la mania di pianificare le sue giornate e la sua vita su un block-notes. Fidanzata e innamorata, o così almeno crede, del suo vicino di casa Noah, con cui è cresciuta e con cui spera di avere un giorno il lieto fine, e figlia di una donna che sfiora la psicosi per durezza, fermezza e freddezza!

Lui, invece, è quello con troppi tatuaggi e piercing, quello maleducato e volgare, quello che passa le serate a suon di alcool e canne, il ribelle pieno di ragazze di cui non ricorda nemmeno il nome, quello in continua combutta con la vita e la realtà.

Ma Hardin è molto di più. Hardin nasconde sotto una dura e impenetrabile corazza, un mondo tutto da scoprire, fatto di dolore e sofferenza, ma anche di grande passione e la prima che si renderà conto di tutto questo, è proprio lei… Tessa.

Se penso alla loro storia, non penso di certo al paradiso…anzi, a tratti è proprio un fo***** inferno!

Sarà una storia piena zeppa di bugie, intrighi, tradimenti e lacrime di colei che è troppo innamorata di qualcuno che probabilmente non cambierà mai e continuerà a farla soffrire.

Non voglio anticiparvi troppo, soprattutto se non avete ancora avuto la possibilità di leggerlo, ma di certo… vale la pena.

Un abbraccio.

Vostra V.

dal blog

Leggere un bel libro.it

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *