“Il Mediterraneo ascolta: storie di donne dalle sue sponde” di Anna Moon

“Il Mediterraneo ascolta:

storie di donne dalle sue sponde”

di Anna Moon

recensione di Emma Fenu

Mediterraneo

“Il Mediterraneo ascolta: storie di donne dalle sue sponde”, una raccolta di racconti di  Anna Moon, edita da Abel Books nel 2015.

Il Mediterraneo racconta.

Storie di navi che ne solcarono le acque, storie di popoli che partorino la Storia e da essa stessa furono divorati, dopo aver lasciato tracce imperiture di sé.

Storie di barconi in balia delle onde, storie di popoli partoriti senza che ad attenderli vi fosse una culla.

Se ci si ferma ad ascoltare, ecco che il mare narra millenni e minuti.

Ma non solo, il Mediterraneo ascolta chi con lui si confida: battiti del cuore e risacca, abissi di anime e fondali.

Il Mediterraneo ascolta: storie di donne dalle sue sponde, è un romanzo in cui si susseguono dieci racconti, alcuni brevissimi, altri molto articolati, che hanno come elemento in comune l’acqua di un mare nostrum, da condividere, però, con ciascuno che lo possiede con lo stesso titolo.

Non mio, non tuo, nostro.

Di noi, di donne di varie età ed etnie, che custodiamo segreti che chiudiamo in bottiglia, senza firmare la pergamena arrotolata, nella speranza che qualcuno ci ascolti.

Dolore, delusione, orrore, sgomento si agitano in attesa che la tempesta si plachi, che il mare ritorni liscio e rifletta sulla sua superficie una figura in rinascita, nuda e bagnata di liquido amniotico, pronta a nuotare.

Anna Moon ha una scrittura fluida, intervallata da dialoghi e da monologhi, che crea una melodia polifonica, a tratti dolce, a tratti incalzante, a tratti funerea, come alcuni amplessi che descrive, in cui la seduttrice è vittima anche di se stessa, poiché abitata da anime che cercano, a volte invano, di intonare lo stesso peana di ringraziamento per la vittoria conquistata.

Emma Fenu

Nata e cresciuta respirando il profumo del mare di Alghero, ora vivo, felicemente, a Copenhagen, dopo aver trascorso un periodo in Medio Oriente. Sono Laureata in Lettere e Filosofia e ho, in seguito, conseguito un Dottorato in Storia delle Arti. Scrivo per lavoro e per passione. Mi occupo da anni di storia delle Donne, critica, letteratura al femminile e iconografia di genere; tengo un corso di scrittura creativa; recensisco libri, intervisto scrittori; organizzo e partecipo ad eventi culturali; gestisco siti e blog dedicati al mondo della cultura, fra cui "Cultura al Femminile".Ho pubblicato un saggio, "Mito e devozione nella figura di Maria Maddalena", un romanzo - inchiesta, "Vite di Madri. Storie di ordinaria anormalità", sul lato oscuro della maternità, racconti, fiabe e poesie e una saga familiare, "Le dee del miele", che si snoda in una Sardegna intrisa di mito e memoria, dove sono le donne le custodi della vita e della morte. Scrivo fiabe, racconti e collaboro per varie antologie.

2 commenti:

  1. E’ un libro che ti rimane nel cuore e nell’anima, con il bello e il brutto, con la passione e il dramma. Come tutti gli scritti di Anna Moon.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *