“Mercoledì delle ceneri” di Hawke Ethan. Recensione di Samantha Terrasi

Donne. Semplicemente.

cop

Hawke Ethan, “Mercoledì delle ceneri”, Beat 2015.

Recensione di Samantha Terrasi

Di questo libro ci sono due copertine probabilmente se avessi visto la seconda non l’avrei preso. “Jimmy è un post-adolescente che si è arruolato nell’esercito per capriccio, e passa il tempo a strafarsi coi commilitoni; Christy è una giovane infermiera con la testa sulle spalle – fin troppo, vista la sua tendenza allo scetticismo e all’ipercritica. I due, con un figlio in arrivo, si lasciano, si rimettono insieme, si detestano, si adorano, si sposano e, alla fine di un rocambolesco viaggio in macchina, approdano più confusi che mai nel disfacimento surreale delle strade di New Orleans dopo il Martedì Grasso“. La storia si svolge a due voci. Lui e poi lei. Non è la stessa azione da due punti di vista è lo svolgimento dell’azione che passa da lui a lei con le loro considerazioni. Si ritrovano in macchina a sbraitare, espandersi, nascondersi e rincorrersi. Lo consiglio perchè ha lasciato un’emozione, un diverso punto di vista sui fatti. L’autore è stato meticoloso e sopratutto è stato un coltello affilato dentro la psiche e il cuore dei due personaggi che man mano che il libro scorre affonda regalando qualcosa di unico. Agli inguaribili romantici e sognatori.

 

Nessun commento

Aggiungi il tuo commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.