“A mezzogiorno del mondo (una storia d’amore)” di Maria Cristina Sferra

“A mezzogiorno del mondo (una storia d’amore)” di Maria Cristina Sferra

Recensione di Emma Fenu

A mezzogiorno del mondo“A mezzogiorno del mondo (una storia d’amore)” è un romanzo scritto da Maria Cristina Sferra ed edito in formato digitale nel 2014.

A mezzogiorno del mondo si vive come se si stesse preparando un eterno pranzo di festa.

Si raccolgono frutti maturi, si stende una tovaglia variopinta, si mettono in un vaso fiori profumati.

Si immergono le mani nell’acqua, con la parsimonia che si tributa ad un tesoro raro, prima di iniziare a preparare l’ajiaco.

Si canta e si ancheggia, mentre si friggono le banane, al ritmo di una musica che segue i battiti del cuore della terra.

Si agita una mano, lesta sopra un sorriso bianchissimo, e si invita a prendere posto.

Anche tu, mi vida, siediti alla mensa.

A mezzogiorno del mondo la mezzanotte arriva in fretta, e Cuba, sotto le stelle, imbevuta di rum e cola, è femmina. Una volta è una fanciulla seduttiva, un’altra una donna stanca e materna: o tua per sempre, come una moglie, o tua per una notte, senza nome proprio. Non importa, non la dimenticherai.

Il romanzo di Maria Cristina Sferra ci porta lontano, nel ventre dei Caraibi e nel cuore di una donna, entrambi anfratti caldi, misteriosi, pulsanti di vita.

L’autrice, tramite uno stile fluido e morbido, ci racconta lo sbocciare di una passione che sa di sale, che aumenta come sete sulle labbra arse e che si svolge prima nelle pieghe dell’anima che nelle curve dei corpi, seguendo la linea sinuosa di un ricciolo scuro o di una lingua che si arrota nel pronunciare la “erre”.

“Tu sei la mia terra,

il mio territorio.

La musica, il ritmo

della mia vita.

La pelle della mia pelle.

Dal luogo dove sei,

dove ti ho incontrato.

Dal sole che porti.

Dalla danza che sento dentro.

Tu sei la mia terra.

Tierra.

A mezzogiorno del mondo”

Sinossi

Durante un viaggio itinerante a Cuba, una giovane donna e un giovane uomo si trovano casualmente a condividere la camera di albergo. Mentre i giorni trascorrono, tra i due protagonisti cresce un’attrazione irresistibile che li conduce a un lento e inesorabile avvicinamento. Il racconto si snoda sulle strade dell’isola percorrendo luoghi, incontri e atmosfere. Solo il tempo di un viaggio per indagare le sfaccettature segrete di un sentimento che nasce con uno sguardo tutto femminile sulle mille emozioni di un amore.

Titolo: A mezzogiorno del mondo (una storia d’amore)
Autore: Maria Cristina Sferra
Edizione: CreateSpace Direct Publishing
link d’acquisto:
http://amzn.to/2d35WJ8

 

Maria Cristina Sferra

Maria Cristina Sferra, nata a Novara nel 1965, vive a Milano. Giornalista professionista e graphic designer, scrive per lavoro e per passione. Diversi suoi racconti e poesie sono inclusi in antologie. Autrice indipendente, nel 2014 pubblica il romanzo “A mezzogiorno del mondo (una storia d’amore)”, nel 2016 la silloge poetica “Il soffio delle stagioni” e la raccolta di racconti “L’amore è una sorpresa”, nel 2017 la silloge poetica “Ombra di luna”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *