IL COMPLESSO DELLA VEDOVA di Stefania Rinaldi. Recensione di Francesca Gnemmi

1797480_10206398353550165_6208464158321855505_nRecensione di Francesca Gnemmi

IL COMPLESSO DELLA VEDOVA di Stefania Rinaldi

Perdono. Chiunque può fingersi disinteressato a ricevere la benedizione da parte di coloro ai quali ha fatto torto, l’assoluzione personale avviene soltanto in conseguenza al sorriso e all’abbraccio di chi abbiamo ferito, involontariamente o meno.
Il perdono degli altri è la migliore medicina per un animo incapace di perdonare se stesso. Non è necessario essere cattive persone per ferire chi amiamo; l’amore e il dolore sono sentimenti che divorano nel bene e nel male e quando la perdita di una persona cara si trasforma in un fuoco che brucia la capacità di razionalizzare la sofferenza, allora anche la sopravvivenza perde il suo senso e lascia spazio alla distruzione.
Poiché soffro, nessun altro ha il diritto di essere felice.
Barbara, la protagonista, negli ultimi anni della propria esistenza, ha disperatamente bisogno di essere avviluppata in un abbraccio che la riconduca alla vita, in quel luogo dove l’affetto fa sentire meno soli, dove a tutti hanno diritto ad avere una seconda possibilità.
Barbara e Giulia, due donne diverse ma accomunate da un passato emotivamente ingombrante e sofferto.
Due mani che si stringono, per ritrovare il calore dell’amore e la forza di credere che oltre la nebbia, oltre le nubi, splende ancora il sole.

Emma Fenu

Nata e cresciuta respirando il profumo del mare di Alghero, ora vivo, felicemente, a Copenhagen, dopo aver trascorso un periodo in Medio Oriente. Sono Laureata in Lettere e Filosofia e ho, in seguito, conseguito un Dottorato in Storia delle Arti. Scrivo per lavoro e per passione. Mi occupo da anni di storia delle Donne, critica, letteratura al femminile e iconografia di genere; tengo un corso di scrittura creativa; recensisco libri, intervisto scrittori; organizzo e partecipo ad eventi culturali; gestisco siti e blog dedicati al mondo della cultura, fra cui "Cultura al Femminile".Ho pubblicato un saggio, "Mito e devozione nella figura di Maria Maddalena", un romanzo - inchiesta, "Vite di Madri. Storie di ordinaria anormalità", sul lato oscuro della maternità, racconti, fiabe e poesie e una saga familiare, "Le dee del miele", che si snoda in una Sardegna intrisa di mito e memoria, dove sono le donne le custodi della vita e della morte. Scrivo fiabe, racconti e collaboro per varie antologie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *