Parmigiana di pesce spada: ricetta dietetica

Ho scoperto questa specialità siciliana in un ristorante davvero eccezionale, “Da Anselmo” a Torre Faro, sullo stretto di Messina, molto famoso, da decine anni uno dei migliori della zona e uno dei miei preferiti in Italia – e io me ne intendo! La ricetta originale è fatta con le melanzane fritte, ma in questa versione light le passeremo nella bistecchiera o sulla piastra. In alternativa si possono usare altri filetti di pesce tagliati in modo sottile, branzino, sogliola, dentice o altro pesce azzurro.

dosi per 1 porzioneparmigiana di pesce spada

120 g melanzana (5 fette)

100 g di pesce spada affettato sottile, a carpaccio

100 g di pomodori freschi (o in scatola d’inverno)

aglio, origano, basilico, sale, peperoncino

1 cucchiai di olio extra vergine d’oliva

10 g pecorino grattugiato (o parmigiano)

Preparate un sugo di pomodoro con olio, aglio, sale, peperoncino se vi piace e portate a cottura in 15 minuti. Tagliate a fette alte 1 cm la melanzana e immergetela in acqua abbondantemente salata per almeno mezz’ora; si ammorbidirà perdendo i succhi amari. Sciacquate e grigliate nella bistecchiera o sulla piastra le fette senza aggiungere condimento, solo un pizzico di sale. In una pirofila mettete un pezzo di carta da forno bagnata e strizzata, poi montate a millefoglie le fette di melanzana alternate a fette di pesce spada crudo, strati di sugo e spolverate di pecorino. Preparate così ogni monoporzione, che si presenta molto bene nei piatti individuali, oppure se preferite mettetela in una teglia come una normale parmigiana in cui la mozzarella è sostituita dal pesce. Sull’ultima fetta spolverizzate il pecorino. Ponete in forno caldo a 200° per 10 minuti: il pesce non va mai cotto a lungo altrimenti si asciuga troppo, rovinandosi.

Commento nutrizionale di Silvia Turrisi (dietista)

parmigiana di spada

Ho l’acquolina in bocca…mmm che buona! Su gusto e profumo penso che non ci sia da discutere, è una cosa spettacolare.  I pomodori sono importanti per il loro contenuto di vitamina C, vitamina A (sottoforma di betacarotene) importantissima per il benessere della pelle, e moltissimi antiossidanti tra cui il licopene, che ha funzionalità specifiche di prevenzione di alcuni tipi di tumore, e la tomatina, specifica contro la Candida albicans, un fungo che provoca affezioni  particolarmente fastidiose.Il pesce è leggero, poco grasso, e quel poco di grasso contenuto è costituito da omega-3, preziosissimi alleati “contro” il colesterolo cattivo. Inoltre apporta ferro, zinco e fosforo, importantissimi per il mantenimento del metabolismo.

La melanzana fa parte della famiglia delle solanacee (come patate e pomodori), e contiene solanina, una sostanza tossica contenuta principalmente nelle parti verdi che viene inattivata per il 50% dopo la cottura, e in parte dopo salatura. Ha un basso contenuto di grassi, proteine e glicidi e zuccheri, ma contiene vitamine del gruppo B, C, acido folico, potassio, fosforo, sodio e calcio, sostanze amare che stimolano la produzione di bile e abbassano il colesterolo, acido caffeico e clorogenico con azione antibatterica e alcune sostanze che aumentano la secrezione di ormoni surrenali. Essendo ricca di fibre e con un buon potere saziante, la melanzana è ideale nelle diete ipocaloriche: attenzione solo all’olio aggiunto poiché può rendere più “pesante” la preparazione.

Il formaggio grattugiato in questa ricetta può essere facoltativo, con risparmio di calorie e grassi: a chi è a dieta stretta consiglierei di metterlo solo sull’ultimo strato, per ottenere un minimo di gratinatura Da abbinare a verdure in insalata e pane.

ricetta di tiziana viganò

tratto da      http://ilgustoeilgiusto.blogspot.it/2013/02/parmigiana-di-pesce-spada.html

tizianaviganò

Tiziana ViganòMilanese, laureata in Lettere Moderne, redattrice e iconografa per molti anni presso Garzanti Editore, ha poi approfondito altri interessi e lavorato nel campo della psicologia, della comunicazione e della medicina naturale, studiando a fondo i rapporti tra mente e corpo. Appassionata di cultura, arte e letteratura, scrive da sempre: è scrittrice e giornalista free lance. Ha pubblicato saggi e articoli: negli ultimi anni, con gialli e racconti ha trovato nuovi spazi nella narrativa. Il lavoro sul campo l’ha portata a prestare una particolare attenzione alla psicologia e le ha fornito ispirazione per raccontare soprattutto storie vere, centrando in particolare figure femminili che emergono con le loro luci e ombre, nelle difficoltà e nel successo, nel dramma e nella rinascita. Attiva nel volontariato sociale a favore delle donne, ha fatto esperienze e progetti per ONG in Africa e nella Repubblica Dominicana a favore dei migranti: assieme al lavoro come Counselor (terapia di sostegno) e ai viaggi nel mondo, queste attività sono fonti inesauribili per le sue storie. Nel 2012 ha pubblicato “Come le donne” raccolta di 12 racconti ispirati a questi temi, ora edito da PMedizioni; nel 2013 ha partecipato con due opere all’antologia “Una rondine sul filo”, Marco Del Bucchio Editore. Con il giallo "Una mente in nero" nel 2012 ha vinto il premio speciale nel XXV concorso "Borgo degli artisti" di Milano. Nel 2014 "Come le donne" ha vinto il Premio Internazionale Nuove Lettere, sezione Narrativa, dell'Istituto Italiano di Cultura di Napoli. Nel 2015 ha partecipato all’antologia “Milano in 100 parole”, Giulio Perrone editore. E’ autrice di due blog: http://tizianavigano.blogspot.it cultura libri e società e http://ilgustoeilgiusto.blogspot.it benessere e cucina, il suo hobby. Collabora a “Sognaparole Magazine” rivista di cultura e attualità della Società Umanitaria di Milano http://sognaparole.blogspot.it, a “Cultura al femminile” https://letteraturalfemminile.wordpress.com ; Gli scrittori della porta accanto http://www.gliscrittoridellaportaaccanto.com e valuta e seleziona testi per http://extraverginedautore.itCon il patrocinio del Comune di Rescaldina (Milano) conduce la giornata per scrittori “Il vizio di scrivere” https://www.facebook.com/Il-vizio-di-scrivere e presenta autori negli eventi "Happy Hour con l'autore"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *