“Vienimi a Cercare” di Marco Zanoni. Recensione di Chiara Minutillo.

Recensione di Chiara Minutillo

Marco Zanoni, “Vienimi a cercare”, La Caravella Editrice, 2015

image

Vienimi a cercare“. Sembra una supplica. Un’ultima, disperata richiesta di aiuto.

Sembra.

In realtà, ciò che si nasconde dietro questa frase è un invito. “Vienimi a cercare. Trovami. Scopri chi sono. E, se puoi, sopravvivi“.

Una sfida lanciata da uno spietato assassino verso il commissario De Palma.

Tutto ha inizio con un omicidio nelle alte sfere, a cui fanno seguito altre morti nella Verona perbene. Trame e intrighi di potere, politica, relazioni scandalose. Cosa si nasconde dietro a questa improvvisa escalation di violenza nella città dell’amore?

Al commissario non resta altro da fare che accettare la sfida e impegnarsi per sopravvivere.

Vienimi a cercare” è il primo romanzo di Marco Zanoni. Un thriller mozzafiato, ambientato in una città ricca di fascino e storia. Una città la cui magia non può debellare il crimine. È un romanzo potente, ricco di suspense. Ogni capitolo, una sorpresa. Una scrittura limpida e scorrevole, che denota bravura, passione e competenza.

Vienimi a cercare” sorprende con le sue indagini che portano a scoprire mondi nascosti, più reali di quanto immaginiamo. Tra le sue pagine, nulla sembra vero. Qualsiasi idea si formi nella mente del lettore, viene smontata dall’indizio successivo. Tutto è collegato, eppure qualcosa continua a sfuggire, fino all’ultimo. Fino alla prova estrema che, irrimediabilmente, conduce al colpevole, lasciando stremati, in una corsa contro il tempo.

Vienimi a cercare”. Impossibile resistere alla sfida.

Chiara Minutillo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *