COME UNA BOLLA di GIOVANNA AVIGNONI. Recensione di Franca Adelaide Amico

Recensione di Franca Adelaide Amico

COME UNA BOLLA di GIOVANNA AVIGNONI
cop (2)

Una bolla.
Il titolo mi ha incantata. Mi sono chiesta che cosa potesse essere come una bolla. E ho pensato ad uno scrigno che contenesse qualcosa di segreto…però la bolla è di vetro, mi sono detta…trasparente, lascia intravedere qualcosa…Bene. Compro il libro e piano piano scopro che la bolla è una metafora. Come in una bolla ogni adolescente vive racchiuso in sé il segreto della propria crescita e della propria trasformazione. Come una bolla, il nostro destino racchiude misteri non svelati, che mai lo saranno, in special modo se siamo convinti, a torto o a ragione, di essere incompresi.
Nella bolla ci sono le nostre paure di una volta, le paure che potrebbero essere ancora attuali e inestinguibili se nessuno ci aiuta a liberarcene. A noi sta il compito del coraggio. E quello sta fuori. Oltre la bolla.
Un libro che adopera il simbolo per attingere al quotidiano. Un libro

scorrevole , senza refusi, scritto bene e con uno stile personale. Una prova degna di elogio.

Emma Fenu

Nata e cresciuta respirando il profumo del mare di Alghero, ora vivo, felicemente, a Copenhagen, dopo aver trascorso un periodo in Medio Oriente.

Sono Laureata in Lettere e Filosofia e ho, in seguito, conseguito un Dottorato in Storia delle Arti.
Scrivo per lavoro e per passione.
Mi occupo da anni di storia delle Donne, critica, letteratura al femminile e iconografia di genere; tengo un corso di scrittura creativa; recensisco libri, intervisto scrittori; organizzo e partecipo ad eventi culturali; gestisco siti e blog dedicati al mondo della cultura, fra cui “Cultura al Femminile”.

Ho pubblicato un saggio, “Mito e devozione nella figura di Maria Maddalena”, un romanzo – inchiesta, “Vite di Madri. Storie di ordinaria anormalità”, sul lato oscuro della maternità, racconti, fiabe e poesie e una saga familiare, “Le dee del miele”, che si snoda in una Sardegna intrisa di mito e memoria, dove sono le donne le custodi della vita e della morte. Scrivo fiabe, racconti e collaboro per varie antologie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *