Volo di nascosto, un libro di Alberto Bianchini

downloadVolare è il sogno di libertà più diffuso tra gli umani. Molti di noi hanno desiderato almeno una volta di avere un paio d’ali e spiccare il volo, via dalla routine, o semplicemente per visitare paesi lontani o vedere panorami dall’alto, in compagnia solo delle nuvole.

Giorgio è un teenager, e forse non aveva ancora provato questo desiderio. Si avvicina al campo volo solo per affrontare un’esperienza estiva nelle vesti di tuttofare, ma inizialmente non prova nessuna emozione nel farlo ed è spinto solo dall’idea di racimolare un bel gruzzolo da spendere sulla riviera Romagnola qualche settimana più tardi.

Il suo progetto si forma dentro la sua mente prima piano piano, poi con più fervore aggiungendo dettagli, carpendo ogni informazione utile per compiere il gesto scellerato che avviene anche grazie alla sua ingenuità di adolescente: rubare un Cessna ormai in disuso e fuggire.

Ed è lassù che Giorgio si conosce e si fa conoscere. Intrapresa l’avventura che sembra ormai più grande di lui –e come spesso succede nei momenti di difficoltà- Giorgio tira fuori tutto, il meglio ed il peggio.

Quale sia il suo programma lo lascio scoprire a voi lettori, sarebbe scorretto anticiparvi troppo e perdereste il gusto della sorpresa.

Quello che mi ha colpito di questo libro è l’apertura mentale che impone al lettore; il superamento di certi confini, in particolare in quest’epoca di cambiamenti, è il punto focale del libro: la metafora del volo come distacco dai pregiudizi, la libertà di pensare dando aria al cervello, di avere un’idea perché si vede e non perché si “sente dire”.

E’ chiaro che l’impresa compiuta da Giorgio potrebbe essere solo frutto di fantasia, ma la fattibilità della cosa passa in secondo piano perché sotto i riflettori ci sono altri elementi importanti, in particolare il concetto di diversità e la facilità con cui questo termine venga utilizzato in maniera errata, a volte anche laddove non dovrebbe essere utilizzato affatto.

Sì, l’avete capito, questo libro mi ha colpito profondamente, ed è un piccolo gioiello di letteratura.

Decollo anche io col mio Cessna immaginario, e mi aspetto che molti di voi seguano a ruota, prendendo ognuno la direzione che ritiene corretta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *