“La notte delle stelle cadenti” e “Volevo un marito nero” di Valentina Gerini. Recensione di Tiziana Viganò

L’autrice in questi due diari di viaggio e d’amore ci accompagna sull’onda dei suoi sogni con due romanzi che con molta semplicità donano momenti di sereno svago: soprattutto le donne amano leggere ogni tanto storie scacciapensieri nel più totale relax e i romanzi rosa attraggono anche le lettrici più intellettuali e sofisticate, che li divorano magari di nascosto snobbandoli poi in pubblico e dimenticando il successo editoriale che continua da anni e anni per questo genere letterario, non a caso.BHW1.jpg

In questi due libri  trovano posto i ricordi della scrittrice conditi con un po’ di fantasia, come le conchiglie che un mare dai colori ipnotici deposita sulla spiaggia di Bayahibe, bianca lingua di sabbia corallina con contorno di palme caraibiche: sono l’ideale accompagnamento per sogni romantici e un po’ magici, dove si possono fare castelli in aria vagheggiando l’anima gemella e una felicità senza nubi….

Ora che “Black husband wanted” è stato tradotto anche in inglese ed è disponibile sia in cartaceo che in e-book sugli store on line auguro a Valentina Gerini i risultati che un pubblico internazionale può garantire ben oltre i limiti dei lettori di lingua italiana, con un salto di qualità che la porti verso i traguardi delle famosissime scrittrici del genere rosa.

Assistente turistica in un villaggio a Zanzibar, la protagonista di Volevo un marito nero poggia finalmente il piede in terra africana, meta da sempre delle sue fantasie: dopo che un’astrologa le ha predetto un marito straniero l’Africa rappresenta anche il luogo ideale dove realizzare il suo sogno d’amore.  Dopo l’avventura che non le ha dato quello che sperava vola prima in Grecia e infine approda in Repubblica Dominicana dove avviene l’incontro fatale con un uomo bello e affascinante dalla pelle scura che…

In “La notte delle stelle cadenti” ci porta in vari paesi dove la protagonista va a lavorare controllando hotel per un tour operator: un lavoro stupendo che ogni viaggiatore desidererebbe fare. A Londra in un’atmosfera d’altri tempi incontra un cuoco dominicano ed è colpo di fulmine. Si lasciano e lei si getta nel lavoro tra Barcellona, Parigi, Dubai, Miami senza mai dimenticare l’attimo di magia che l’ha fatta perdutamente innamorare. In ultimo a Santo Domingo ritroverà Josè e….i suoi sogni si avvereranno.

Che bello pensare che l’happy end non è sempre così difficile da raggiungere!

http://tizianavigano.blogspot.it

 

 

 

tizianaviganò

Tiziana Viganò

Milanese, laureata in Lettere Moderne, redattrice e iconografa per molti anni presso Garzanti Editore, ha poi approfondito altri interessi e lavorato nel campo della psicologia, della comunicazione e della medicina naturale, studiando a fondo i rapporti tra mente e corpo.
Appassionata di cultura, arte e letteratura, scrive da sempre: è scrittrice e giornalista free lance. Ha pubblicato saggi e articoli: negli ultimi anni, con gialli e racconti ha trovato nuovi spazi nella narrativa. Il lavoro sul campo l’ha portata a prestare una particolare attenzione alla psicologia e le ha fornito ispirazione per raccontare soprattutto storie vere, centrando in particolare figure femminili che emergono con le loro luci e ombre, nelle difficoltà e nel successo, nel dramma e nella rinascita.
Attiva nel volontariato sociale a favore delle donne, ha fatto esperienze e progetti per ONG in Africa e nella Repubblica Dominicana a favore dei migranti: assieme al lavoro come Counselor (terapia di sostegno) e ai viaggi nel mondo, queste attività sono fonti inesauribili per le sue storie.
Nel 2012 ha pubblicato “Come le donne” raccolta di 12 racconti ispirati a questi temi, ora edito da PMedizioni; nel 2013 ha partecipato con due opere all’antologia “Una rondine sul filo”, Marco Del Bucchio Editore. Con il giallo “Una mente in nero” nel 2012 ha vinto il premio speciale nel XXV concorso “Borgo degli artisti” di Milano. Nel 2014 “Come le donne” ha vinto il Premio Internazionale Nuove Lettere, sezione Narrativa, dell’Istituto Italiano di Cultura di Napoli. Nel 2015 ha partecipato all’antologia “Milano in 100 parole”, Giulio Perrone editore.
E’ autrice di due blog: http://tizianavigano.blogspot.it cultura libri e società e http://ilgustoeilgiusto.blogspot.it benessere e cucina, il suo hobby.
Collabora a “Sognaparole Magazine” rivista di cultura e attualità della Società Umanitaria di Milano http://sognaparole.blogspot.it, a “Cultura al femminile” https://letteraturalfemminile.wordpress.com ; Gli scrittori della porta accanto http://www.gliscrittoridellaportaaccanto.com e valuta e seleziona testi per http://extraverginedautore.it

Con il patrocinio del Comune di Rescaldina (Milano) conduce la giornata per scrittori “Il vizio di scrivere”
https://www.facebook.com/Il-vizio-di-scrivere
e presenta autori negli eventi “Happy Hour con l’autore”

Un commento:

  1. Interessanti diari di viaggi descritti bene nella tua recensione, grazie!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *