Riso patate e cozze? la tiella con licenza dei pugliesi

60g riso nero Veneretiella

1 patata media

15 cozze freschissime

15 g parmigiano

2 cucchiai olio extravergine d’oliva

erba cipollina, aglio

pepe sale

1/2 bicchiere di vino bianco

Mi perdonino i cultori della cucina tradizionale pugliese che è fantastica, ma questa ricetta ottima si ispira alla tradizione con un po’ di fantasia e, come piace a me, è più leggera e digeribile, ma sempre squisita.

Fate cuocere il riso Venere, a seconda del tipo, più o meno integrale, da 30 a 40 minuti: va messo in acqua fredda per evitare la gelificazione degli amidi, che lo fanno diventare durissimo. Nel frattempo fate aprire le cozze in una padella con un po’ d’acqua, lo spicchio d’aglio e il vino. Appena aperte levate la padella dal fuoco, lasciate intiepidire, poi togliete i molluschi, teneteli da parte, filtrate il sugo con un colino foderato da un pezzo di carta da cucina. Fate ora il rösti di patate: mettete sul fuoco una padellina antiaderente appena unta d’olio: sbucciate la patata, senza lavarla, tagliatela a julienne e subito, altrimenti si annerisce, mettetela nella padella calda schiacciandola con una forchetta, come fosse una frittata. Voltatela e fatela abbrustolire anche dall’altro lato, poi levatela dal fuoco e salatela.

Quando il riso è pronto buttatelo in una padella a fuoco alto con l’olio, fatelo rosolare poi bagnatelo con poco liquido delle cozze, pepate e togliete dal fuoco.

Ora tutto è pronto per montare il piatto. Prendete uno stampino che vada in forno leggermente unto, fate un primo strato con il riso, su questo mettete il parmigiano grattugiato, due fili di erba cipollina tagliuzzata, qualche cozza, di nuovo il riso e poi un fondo a misura dello stampo con le patate. Infornate a calore altissimo per 5 minuti. Rovesciate sul piatto, decorate con le cozze rimaste, pepate a volontà e decorate con erba cipollina.

Eccezionale! a me piace anche a temperatura ambiente, d’estate, senza passarlo in forno per evitare sudate inutili, come un’insalata di riso scomposta. Ma con il riso gratinato è fantastico!!!

tizianaviganò

Tiziana Viganò

Milanese, laureata in Lettere Moderne, redattrice e iconografa per molti anni presso Garzanti Editore, ha poi approfondito altri interessi e lavorato nel campo della psicologia, della comunicazione e della medicina naturale, studiando a fondo i rapporti tra mente e corpo.
Appassionata di cultura, arte e letteratura, scrive da sempre: è scrittrice e giornalista free lance. Ha pubblicato saggi e articoli: negli ultimi anni, con gialli e racconti ha trovato nuovi spazi nella narrativa. Il lavoro sul campo l’ha portata a prestare una particolare attenzione alla psicologia e le ha fornito ispirazione per raccontare soprattutto storie vere, centrando in particolare figure femminili che emergono con le loro luci e ombre, nelle difficoltà e nel successo, nel dramma e nella rinascita.
Attiva nel volontariato sociale a favore delle donne, ha fatto esperienze e progetti per ONG in Africa e nella Repubblica Dominicana a favore dei migranti: assieme al lavoro come Counselor (terapia di sostegno) e ai viaggi nel mondo, queste attività sono fonti inesauribili per le sue storie.
Nel 2012 ha pubblicato “Come le donne” raccolta di 12 racconti ispirati a questi temi, ora edito da PMedizioni; nel 2013 ha partecipato con due opere all’antologia “Una rondine sul filo”, Marco Del Bucchio Editore. Con il giallo “Una mente in nero” nel 2012 ha vinto il premio speciale nel XXV concorso “Borgo degli artisti” di Milano. Nel 2014 “Come le donne” ha vinto il Premio Internazionale Nuove Lettere, sezione Narrativa, dell’Istituto Italiano di Cultura di Napoli. Nel 2015 ha partecipato all’antologia “Milano in 100 parole”, Giulio Perrone editore.
E’ autrice di due blog: http://tizianavigano.blogspot.it cultura libri e società e http://ilgustoeilgiusto.blogspot.it benessere e cucina, il suo hobby.
Collabora a “Sognaparole Magazine” rivista di cultura e attualità della Società Umanitaria di Milano http://sognaparole.blogspot.it, a “Cultura al femminile” https://letteraturalfemminile.wordpress.com ; Gli scrittori della porta accanto http://www.gliscrittoridellaportaaccanto.com e valuta e seleziona testi per http://extraverginedautore.it

Con il patrocinio del Comune di Rescaldina (Milano) conduce la giornata per scrittori “Il vizio di scrivere”
https://www.facebook.com/Il-vizio-di-scrivere
e presenta autori negli eventi “Happy Hour con l’autore”

Un commento:

  1. Grazie…la proverò sicuramente!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *