Buon anno e propositi librosi

2016

Buon anno a tutti!

Spero che abbiate trascorso un sereno e felice Capodanno con le persone che più amate.

Io sono stata a teatro con la famiglia, a vedere uno spettacolo comico, molto divertente. La compagnia era formata da quattro attori (due attori, due attrici), dei quali il più giovane dei due attori è Fabio Ferrari, il figlio di Paolo. Probabilmente qualcuno di voi se lo ricorderà; interpretava il ruolo di Chicco Lazzaretti nella serie I ragazzi della terza C. Sono state due ore di divertimento ed allegria, durante le quali attori e spettatori hanno festeggiato insieme l’arrivo del nuovo.

L’anno appena trascorso mi ha dato l’opportunità di iniziare un cammino interiore. Per realizzarlo ho aspettato tanto, è vero, ma era una scelta che non doveva essere fatta a cuor leggero, senza soppesare i pro e i contro. Non so ancora se, ad oggi, abbia fatto la scelta giusta, ma sono felice così!

Ma veniamo ai propositi per questo nuovo anno, che riguardano principalmente le letture dell’anno.

Quest’anno mi ha dato l’opportunità di leggere 56 libri, senza contarne tre che ho abbandonato, ma che ho intenzione di ricominciare in questo nuovo anno. Libri di ogni genere, come piace leggere a me. Non mi piace fossilizzarmi su un unico genere, ma amo spaziare: dai racconti alla spiritualità, passando per i romanzi, il teatro, la poesia e tanto altro ancora… C’è solo un genere con il quale in passato non sono andata d’accordo: la fantascienza. Ho provato a leggere qualcosa di Asimov, ma poi ho desistito, e l’ho riposto negli scaffali della libreria.

Per Natale non ho ricevuto libri, quindi sono dovuta correre ai ripari comprandoli per conto mio. Ecco, dunque i miei acquisti:

  • Bianca Pitzorno – La vita sessuale dei nostri antenati
  • Gregory David Roberts – L’ombra della montagna

Finora, però, non ho iniziato né l’uno né l’altro; poco tempo prima delle feste, infatti, ho iniziato un saggio su San Domenico; durante queste feste ho avuto poco tempo per leggere, quindi ne approfitterò nei prossimi giorno: se non altro, mi consola il fatto che ho superato le 300 pagine (sono poco più di 500). Naturalmente, non ne faccio una questione di pagine, assolutamente; è solo per dire che, se ho più tempo, lo finisco prima. Tutto qui!

Piuttosto, voglio stilare qui i miei propositi letterari di quest’anno; senza contare il saggio già in lettura. Ecco i libri che ho pensato di leggere:

  1. Louisa May Alcott – I quattro libri di Piccole Donne
  2. Bianca Pitzorno – La vita sessuale dei nostri antenati
  3. Gregory David Roberts – Shantaram
  4. Gregory David Roberts – L’ombra della montagna
  5. Henry Gidel – Coco Chanel

I quattro libri di Piccole Donne è un volume unico edito dalla Einaudi, con la copertina verde acqua, un po’ morbida. Ricordo che quando lo vidi per la prima volta in libreria ho pensato Dev’essere mio! Tra gli altri libri, ho citato anche Shantaram, perché – prima di leggere il secondo volume della trilogia – voglio riprendere le fila del discorso. Per ora li ho scritti in quest’ordine, ma non è detto che poi lo segua.

Penso che per il momento possano bastare, anche perché sono tutti e quattro dei libri un po’ voluminosi. Ma io sono testarda (come tutte le Capricorno), e non mi lascio spaventare dalla mole delle pagine.

Finisco col dire che da qualche anno ho imparato a tenere una lista dei libri che leggo durante l’anno. In questa lista, le voci che compaiono sono: Autore, Titolo, Genere e Periodo di lettura. Naturalmente, per ora la lista non è iniziata, visto che il libro che ho iniziato figura come l’ultimo iniziato a leggere a Dicembre. Trovo che sia una cosa carina e interessante. O almeno, io la trovo divertente.

6 commenti:

  1. Buon anno anche a te, abbiamo molto in comune: la passione della lettura e anche la lista che tengo da tempo. Ti ringrazio per nuovi spunti interessanti !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *