“Il sogno dell’isola” di Tamara Marcelli. Recensione di Stefania Trapani

Recensione di Stefania Trapani

“Il sogno dell’isola” di Tamara Marcelli

12661827_10207695089162656_7754161224323077075_n

Libro FEMMINILE per eccellenza!
Acquistato mercoledì, concluso ieri alle due di notte. Mi è risultato impossibile staccarmi da quelle pagine finché non l’ho finito. Me lo portavo pure in ufficio.
Questo romanzo è un bagno di poesia. Lo stile musicale e poetico è proprio ciò che contraddistingue quest’opera. Che racconta una storia dolce e crudele. Dolce come un sogno di mezza estate, crudele come lo scontro con la realtà che riguarda ognuno di noi. “Il sogno dell’isola” è un romanzo profondo, introspettivo. Sembra di entrare nel mondo oscuro e incantato dell’autrice. Scandaglia le sfaccettature più profonde dell’animo di questa giovane donna, Tara, assetata di vita, ma priva di quegli strumenti necessari per viverla con serenità. A volte basta una parola di un genitore, ripetuta con convinzione in varie fasi della propria vita a farci sentire inadeguati. Ed è forse per questo che Tara rinnega la propria femminilità. Schiva, grintosa, ci mostra continuamente le infinite sfumature dell’anima, molto spesso contrastanti, ma a modo loro coerenti. In alcuni casi dilanianti. Questa è una storia che insegna a non arrendersi. Con l’aiuto del cielo e un po’ di pazienza tutto si avvera. Il sogno, l’amore. Basta solo avere coraggio e condire tutto di poesia. Ed è di poesia che è intrisa quest’onda. Il testo è così melodioso che potrebbe essere tramutato in canzone. Una canzone lunga otto ore.
Delicato, sferzante. Consigliato a chi ha sete di emozioni.
Si esce da questo libro schakerati. Ma con una gran voglia di ricominciare a leggerlo.

tratto da http://stefaniatrapani.blogspot.it/2016/01/il-sogno-dellisola-di-tamara-marcelli.html

Emma Fenu

Nata e cresciuta respirando il profumo del mare di Alghero, ora vivo, felicemente, a Copenhagen, dopo aver trascorso un periodo in Medio Oriente.

Sono Laureata in Lettere e Filosofia e ho, in seguito, conseguito un Dottorato in Storia delle Arti.
Scrivo per lavoro e per passione.
Mi occupo da anni di storia delle Donne, critica, letteratura al femminile e iconografia di genere; tengo un corso di scrittura creativa; recensisco libri, intervisto scrittori; organizzo e partecipo ad eventi culturali; gestisco siti e blog dedicati al mondo della cultura, fra cui “Cultura al Femminile”.

Ho pubblicato un saggio, “Mito e devozione nella figura di Maria Maddalena”, un romanzo – inchiesta, “Vite di Madri. Storie di ordinaria anormalità”, sul lato oscuro della maternità, racconti, fiabe e poesie e una saga familiare, “Le dee del miele”, che si snoda in una Sardegna intrisa di mito e memoria, dove sono le donne le custodi della vita e della morte. Scrivo fiabe, racconti e collaboro per varie antologie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *