“Ti ricordi di me?” di Sophie Kinsella – Recensione di Anna D’Auria

kinsella

Sophie Kinsella, Ti ricordi di me?, di Sophie Kinsella, Mondadori, 2009

pp. 358
Recensione di Anna D’Auria

Lexi: da una vita ordinaria e un po’ insoddisfacente ad una vita brillante e patinata, un marito bellissimo e ricchissimo.
Lexi ha un incidente, batte la testa e al suo risveglio si accorge di avere un’amnesia. Tre anni di vita andati in fumo, non ricorda assolutamente nulla. E poi c’è quel bel tenebroso, che lei proprio non ricorda, ma i suoi ormoni si.
Lexi vuole la sua vita, le sue amiche, la sua allegria. E poi talvolta sogna i girasoli, le danno un senso di pace, di intimità, ma non ricorda, non riesce a ricordare.
Riuscirà infine a ricordare?
Scritto in pieno stile “Kinsella”, questo libro è leggero e scorrevole, a tratti ironico ma mai superficiale. Le tematiche trattate sono serie, i personaggi tratteggiati in maniera egregia. Sophie Kinsella ci fa percepire lo smarrimento di una persona che perde la memoria, il suo senso di vulnerabilità, le manipolazioni di cui è vittima, la necessità di innamorarsi di nuovo di chi faceva già parte della propria vita.
Uno dei più bei libri della Kinsella, profondo, divertente e molto vero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *