STAMMI VICINO di Anna Maria Brattoli. Recensione di Franca Adelaide Amico

Recensione di Franca Adelaide Amico

STAMMI VICINO di Anna Maria Brattoli

cover (1)

Amo dunque sono. L’ amore come rinascita, come mezzo di evoluzione interiore, l’amore che guarisce, che esorcizza le paure. Ecco: questo è l’ amore di Anna Maria Brattoli, autrice del romanzo “Stammi vicino”. Essere amati è essere capiti. Amare è capire l’ altro e darsi all’altro. Senza riserve. Ma non sempre è così facile. La protagonista ha il cuore irrigidito dalla paura, dalla sofferenza trascorsa. La vita l’ha ferita in modo che le sembra irreparabile ma… se si permette al cuore di aprire uno spiraglio, ecco: il cuore ricomincia a battere. E comincia una nuova storia, una storia che ha il sapore dolce del presente e del futuro e che fa dimenticare il passato. Avviene l’alchimia attraverso la forza e la determinazione, crollano i muri, cadono le barriere e rimane il nudo Io di un uomo e di una donna. Pronti entrambi, nella loro forte solitudine, a forgiare, attraverso il fuoco della purificazione, un futuro che ha il colore della luce del sole. E’ estremamente sensibile il tocco di Anna Maria Brattoli. La nostra scrittrice ha una scrittura sapiente e delicata, una narrazione fluida che ammalia . “Stammi vicino”. Può bastare.

Emma Fenu

Nata e cresciuta respirando il profumo del mare di Alghero, ora vivo, felicemente, a Copenhagen, dopo aver trascorso un periodo in Medio Oriente. Sono Laureata in Lettere e Filosofia e ho, in seguito, conseguito un Dottorato in Storia delle Arti. Scrivo per lavoro e per passione. Mi occupo da anni di storia delle Donne, critica, letteratura al femminile e iconografia di genere; tengo un corso di scrittura creativa; recensisco libri, intervisto scrittori; organizzo e partecipo ad eventi culturali; gestisco siti e blog dedicati al mondo della cultura, fra cui "Cultura al Femminile".Ho pubblicato un saggio, "Mito e devozione nella figura di Maria Maddalena", un romanzo - inchiesta, "Vite di Madri. Storie di ordinaria anormalità", sul lato oscuro della maternità, racconti, fiabe e poesie e una saga familiare, "Le dee del miele", che si snoda in una Sardegna intrisa di mito e memoria, dove sono le donne le custodi della vita e della morte. Scrivo fiabe, racconti e collaboro per varie antologie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *