“Sabato sera: pizza e i piaceri conviviali della buona tavola” di Francesca Gnemmi

“Sabato sera: pizza e i piaceri conviviali della buona tavola”

Francesca Gnemmi

pizza fra

Da sempre il sabato sera è considerato occasione di svago.

Che si tratti di un ritrovo tra amici o un momento dedicato alla famiglia, sia ben chiaro: non si rinuncia alla buona tavola.

Le abitudini cambiano con l’avanzare dell’età.

Tra i giovani da qualche anno spopola l’Happy hour, riservato allo spizzico goloso in accompagnamento a cocktail di frutta, boccali di birra o bicchieri di buon vino.

Le coppie hanno l’imbarazzo della scelta tra ristoranti e bistrò che offrono ogni genere di cucina, da quella più tradizionale a quella ricercata, alle etniche o fusion.

Gli amici consumano le serate in lunghe e animate tavolate in trattorie o pizzerie, mentre le famiglie scelgono locali adatti ad accogliere anche piccoli ospiti o restano a casa, organizzandosi in attività distensive e di divertimento collettivo.

Come si suol dire, ognuno ha i propri gusti. Quel che però è certo è che una bella pizza fumante e farcita nel piatto mette tutti d’accordo e fa venire l’acquolina in bocca.

Ah… la pizza!

Una delle ricette più semplici, capace di soddisfare anche i palati più esigenti e far nascere il sorriso al primo sguardo. Pensiamo al momento in cui ne morderemo una fetta, a quale tra le tante varianti sceglieremo, immaginiamo di sentirne il profumo ed ecco che lo stomaco inizia a brontolare.

Pomodoro rosso corallo, mozzarella filante, crosta croccante e leggermente bruciacchiata. Cosa possiamo aggiungere per renderla ancora più appetitosa? A ognuno di voi la scelta.

La pizza cotta nel forno a legna, quella originale napoletana resta la migliore. Anche a casa però è possibile ottenere un buon prodotto, appetitoso e facile da preparare.

Ahimè, quanti panetti di pasta per pizza finiti nel sacco dell’immondizia, quante prove ed esperimenti per trovare una ricetta soddisfacente. Dopo vari tentativi però finalmente la combinazione giusta e… voilà… la pizza è in tavola!

INGREDIENTI per 1 teglia circolare da 32 cm e una rettangolare da 37 x 34 di pizza alta e soffice.

400 g farina doppio zero

200 g farina di semola

370 ml di acqua tiepida

12 g di lievito di birra

16 g di sale

1 cucchiaino raso di zucchero (o miele)

Sciogliere il lievito con un goccio d’acqua e lo zucchero. Aggiungere la farina e il resto dell’acqua. Iniziare ad amalgamare il tutto e unire il sale. Lavorare il composto per una decina di minuti fino a ottenere una palla omogenea. Lasciarla riposare in un luogo tiepido, avvolta in un canovaccio infarinato o in una ciotola coperta da pellicola, per almeno due ore. Cospargere le teglie di semola oppure oliarle. Stendere l’impasto con le mani, spalmare la passata di pomodoro e lasciarlo riposare mezzora in forno spento. Farcire le pizze con mozzarella e ingredienti a piacere, un filo d’olio e infornare a 200° funzione statico o 190° ventilato per 15/20 minuti.

 Con la pizza fatta in casa si può spaziare nei sapori. Uno soltanto, il preferito, oppure piccoli assaggi diversi. Tradizione che si sposa alla fantasia.

… io vado a infornare. Buon appetito!

Un commento:

  1. Mi stai facendo venire fame… 🙂 Buona serata!

Rispondi a Lucinda Red Rose Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *