“Non tutto è come sembra”, di Ornella Nalon. Recensione di Franca Adelaide Amico.

Recensione di Franca Adelaide

Ornella Nalon, “Non tutto è come sembra”, 0111 Edizioni, 2014

9788863078442_0_170_0_75

Un giallo “ in crescendo” quello di Ornella Nalon. La storia, da classico manuale, si apre con un omicidio. E da lì lo snodarsi di eventi, di circostanze impreviste; l’affollarsi di immagini, di volti, di possibili colpevoli; la sapiente indagine psicologica… ed ecco arrivati al punto. Il giallo di Ornella Nalon è un giallo psicologico e proprio sulla psicologia basa moventi e fatti. Di un giallo non si può dire molto, si correrebbe il rischio di svelarne la trama, eppure è doveroso analizzare la sapiente impalcatura razionale, fredda, consequenziale che porta la scrittrice a creare un’opera equilibrata e ben strutturata. Difficile raggiungere risultati positivi in una prova così ardua quale quella che la scrittrice ha proposto a se stessa : comporre uno scritto che sapesse coniugare la ferrea logica con una finissima indagine psicologica. Ornella è riuscita nell’ intento. E in un crescendo di tensione che sfocia nella spannung finale,  la scrittrice offre al lettore uno scioglimento che s’indovina una decina di pagine prima ma di cui non si capiscono ben bene le motivazioni se non nelle ultime battute finali.

Fino a questo punto si è parlato di sapienza strutturale e stilistica. Ma dove sta la vera, unica originalità dell’opera?  “Non tutto come sembra” è scritto da una donna e il tocco femminile si avverte nella sensibilità con cui si analizzano i personaggi con le loro facce e la loro vita quotidiana, con le loro sventure e le loro sfortunate brevi vite, a volte… sono uomini e donne i personaggi di Ornella Nalon, personaggi che s’ incastrano e s’ incastonano perfettamente nel dramma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *