“Carezze dipinte” di Maria Cristina Sferra

“Carezze dipinte”

di Maria Cristina Sferra

Carezze dipinte

Le donne hanno capelli.
Gli uomini hanno mani.
E le montagne profili di volti maschi
intagliati a rocce.

Il cielo ha i suoi pensieri.

Le donne hanno capelli morbidi
di mille colori.
Gli uomini mille mani da intingere
nel loro arcobaleno di fili sottili.

Il vento passa
a scompigliare questo tramonto.

Il tuo profilo distante
è al mio fianco in silenzio.
Ma che ne sarà di me
se tu non dipingerai di carezze
i miei capelli?

© Maria Cristina Sferra
Tutti i diritti riservati

La poesia Carezze dipinte, accompagnata dalla fotografia, si è classificata al primo posto del concorso poetico-fotografico “Quel profilo in lontananza”, indetto dall’Associazione Licenza Poetica, ed è stata premiata durante l’evento svoltosi il 20 marzo 2016, in occasione della Giornata Mondiale della Poesia. Carezze dipinte fa parte della silloge Il soffio delle stagioni di Maria Cristina Sferra.

 

Maria Cristina Sferra

Maria Cristina Sferra, nata a Novara nel 1965, vive a Milano. Giornalista professionista e graphic designer, scrive per lavoro e per passione. Diversi suoi racconti e poesie sono inclusi in antologie. Autrice indipendente, nel 2014 pubblica il romanzo "A mezzogiorno del mondo (una storia d'amore)", nel 2016 la silloge poetica "Il soffio delle stagioni" e la raccolta di racconti "L'amore è una sorpresa", nel 2017 la silloge poetica "Ombra di luna".

4 commenti:

  1. Bellissima poesia. Complimenti, premio meritato.
    Poesia musicale che passa dolcemente dall’infinito al finito, ottimi sia l’incipit che la chiusa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *