Torta salata con zucchine e ricotta di soia

Torta salata con zucchine e ricotta di soia

Ricetta di Maria Cristina Sferra

Torta salata

Vi presento una torta salata armoniosa e leggera, un’ottima e gustosa alternativa per un secondo piatto.

Questa torta è completamente vegetale e può essere proposta anche come antipasto per una cena più impegnativa perché la potete preparare il giorno prima. I sapori si amalgamano e, servita tiepida il giorno dopo, diventa ancora più buona!

So bene che non è ancora la stagione delle zucchine, ma a me piacciono moltissimo e, in un attacco di nostalgia da sapore estivo, l’altro giorno non ho resistito e ne ho comprata una.

Per bilanciare un poco l’energia espansiva di questo ortaggio, ho pensato di fare una torta salata, in modo che la doppia cottura (prima in padella e poi al forno) mitigasse la componente eccessivamente yin della zucchina consumata in primavera.

In questa ricetta, la cipolla rossa dona al composto il suo sapore insieme dolce e acre, mentre la ricotta di soia autoprodotta ha la consistenza perfetta per fare da legante senza appesantire. Infine le spezie, in piccole dosi, danno la giusta nota aromatica.

E la ricotta di soia? È una via di mezzo tra il tofu classico (compatto) e il silk tofu (molle) ed è davvero “su misura” per questa ricetta. L’ho autoprodotta il giorno prima della torta a partire da un litro di latte di soia al naturale seguendo la ricetta semplicissima trovata sul blog di Ravanellocurioso e se volete cimentarvi ecco qui il link.

Se invece non volete autoprodurla, potete sempre usare il tofu compatto, avendo cura di frullarlo bene fino a farlo diventare cremoso (aiutandovi con l’aggiunta di un po’ d’acqua).

Con le dosi che trovate qui sotto otterrete una torta da 24 cm di diametro. Io ho usato la tortiera bassa, quella che di solito si usa per le crostate, foderata con carta da forno inumidita e ritagliata su misura.

PICCOLA NOTA  Il latte di soia si ricava dai fagioli di soia ed è un ottimo sostituto del latte vaccino. Si tratta di un alimento altamente proteico, ricco di grassi insaturi e completamente privo di colesterolo. Se lo si acquista pronto, bisogna fare attenzione che non sia addizionato di sale o di zucchero.

INGREDIENTI

Per la pasta:

60 g di farina di farro integrale

60 g di farina di segale integrale

50 g di farina di riso integrale

1 presa di timo secco triturato finemente

1 pizzico di sale marino integrale

1/2 bustina di cremortartaro

4 cucchiai di olio evo

acqua

Per la farcitura:

1 zucchina grande

1/2 cipolla rossa grande

1/2 cucchiaino di curcuma

1 grattata di pepe nero

1 pizzico di sale marino integrale

olio evo

1 tazza di ricotta di soia

2 cucchiai di lievito alimentare

1 grattata generosa di noce moscata

1 cucchiaino di pasta di umeboshi

PREPARAZIONE

In una ciotola capiente mischiare le tre farine, il sale, il timo, il cremortartaro, l’olio e tanta acqua quanta basta per ricavare un impasto compatto, ma plasmabile. Formare una palla e riporla in frigorifero a riposare.

Tagliare la zucchina a cubetti e la cipolla a fettine e versarle in una padella con un giro d’olio, la curcuma, il pepe, un pizzico di sale e un poco d’acqua.

Fare cuocere coperto, girando di tanto in tanto, fino a quando le cipolle diventano morbide, facendo attenzione che la zucchina rimanga compatta. Spegnere e lasciare raffreddare.

Amalgamare bene la ricotta di soia con la pasta di umeboshi, la noce moscata e il lievito alimentare fino a formare una crema e tenere da parte.

Foderare la tortiera con la carta da forno e accendere il forno sui 175 gradi.

Su una spianatoia infarinata, con l’ausilio di un mattarello, tirare la pasta fino a formare un tondo più grande della base della tortiera, quindi trasferirlo all’interno della tortiera stessa.

Quando le zucchine e le cipolle cotte si sono un po’ raffreddate, versare il composto cremoso di ricotta di soia all’interno della padella e amalgamare bene il tutto.

Assaggiare e, se occorre, aggiustare di sale.

Rovesciare il composto ottenuto nella teglia foderata dalla pasta distribuendolo uniformemente, poi ripegare con cura i bordi eccedenti dell’impasto sopra la farcitura.

Infornare e cuocere a 175° per 25 minuti.

Sfornare, lasciare intiepidire la torta salata e servirla a fette.

Ricetta tratta dal blog CookingCri  http://cookingcri.blogspot.it/

Torta salata

Maria Cristina Sferra

Maria Cristina Sferra, giornalista professionista e graphic designer. Insaziabile lettrice, scrive per lavoro e per passione. Autrice indipendente, ha pubblicato il romanzo “A mezzogiorno del mondo (una storia d’amore)”, la silloge poetica “Il soffio delle stagioni”, la raccolta di racconti rosa “L’amore è una sorpresa”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *