Vignarola romana. Ricetta di Tiziana Viganò

vignarola

(dose per una persona)

8 punte di asparagi

20 fagiolini cornetti bolliti

50 g piselli freschi già puliti

50 g fave fresche già pulite

8 foglie di insalata lattuga

1 carciofo

1 cucchiaio di olio evo, sale

prezzemolo, basilico, mentuccia

Contorno tipico primaverile, di tradizione romana, fatto con le verdure verdi e freschissime che nascono in quel periodo. Una volta pronta si può disporre su una base di pasta del pane per cuocere una pizza buonissima, o su pasta sfoglia o brisée, in questo caso con copertura. Le dosi sono come al solito per una persona, ma abbondare è d’obbligo: chi è a dieta si ricordi che non si abbinano mai i legumi (come piselli e fave in questo piatto) con altre proteine quindi la vignarola è un vero secondo piatto, a tutti gli effetti, cui si può abbinare una bella insalata fresca. L’abbondanza di fibre può dare disturbi a chi soffre di colite o diverticolite, ma tutti gli altri avranno solo benefici da questa squisita pietanza vegetariana e vegana!

In una padella fate appassire con poco sale la scarola a pezzetti per un paio di minuti: scolate il liquido che si forma e mettetela da parte. Nella stessa padella con l’olio mettete il carciofo tagliato a fettine sottili e le punte di asparagi a tocchetti, i piselli e le fave (se non volete sentire il gusto amarognolo togliete la pellicina esterna verde), fare rosolare, poi aggiungete mezzo bicchiere d’acqua, sale e lasciate stufare. Quando le verdure saranno cotte ma ancora croccanti unite la scarola, le erbe aromatiche tritate e se volete, ancora un filo d’olio: alzate il fuoco, fate asciugare e insaporire.

http://ilgustoeilgiusto.blogspot.it

tizianaviganò

Tiziana ViganòMilanese, laureata in Lettere Moderne, redattrice e iconografa per molti anni presso Garzanti Editore, ha poi approfondito altri interessi e lavorato nel campo della psicologia, della comunicazione e della medicina naturale, studiando a fondo i rapporti tra mente e corpo. Appassionata di cultura, arte e letteratura, scrive da sempre: è scrittrice e giornalista free lance. Ha pubblicato saggi e articoli: negli ultimi anni, con gialli e racconti ha trovato nuovi spazi nella narrativa. Il lavoro sul campo l’ha portata a prestare una particolare attenzione alla psicologia e le ha fornito ispirazione per raccontare soprattutto storie vere, centrando in particolare figure femminili che emergono con le loro luci e ombre, nelle difficoltà e nel successo, nel dramma e nella rinascita. Attiva nel volontariato sociale a favore delle donne, ha fatto esperienze e progetti per ONG in Africa e nella Repubblica Dominicana a favore dei migranti: assieme al lavoro come Counselor (terapia di sostegno) e ai viaggi nel mondo, queste attività sono fonti inesauribili per le sue storie. Nel 2012 ha pubblicato “Come le donne” raccolta di 12 racconti ispirati a questi temi, ora edito da PMedizioni; nel 2013 ha partecipato con due opere all’antologia “Una rondine sul filo”, Marco Del Bucchio Editore. Con il giallo "Una mente in nero" nel 2012 ha vinto il premio speciale nel XXV concorso "Borgo degli artisti" di Milano. Nel 2014 "Come le donne" ha vinto il Premio Internazionale Nuove Lettere, sezione Narrativa, dell'Istituto Italiano di Cultura di Napoli. Nel 2015 ha partecipato all’antologia “Milano in 100 parole”, Giulio Perrone editore. E’ autrice di due blog: http://tizianavigano.blogspot.it cultura libri e società e http://ilgustoeilgiusto.blogspot.it benessere e cucina, il suo hobby. Collabora a “Sognaparole Magazine” rivista di cultura e attualità della Società Umanitaria di Milano http://sognaparole.blogspot.it, a “Cultura al femminile” https://letteraturalfemminile.wordpress.com ; Gli scrittori della porta accanto http://www.gliscrittoridellaportaaccanto.com e valuta e seleziona testi per http://extraverginedautore.itCon il patrocinio del Comune di Rescaldina (Milano) conduce la giornata per scrittori “Il vizio di scrivere” https://www.facebook.com/Il-vizio-di-scrivere e presenta autori negli eventi "Happy Hour con l'autore"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *