Test: Quanta paura fai agli emergenti?

Di Emma Fenu
Quanta paura fai agli emergenti?

th

 

Un libro d’esordio di un lettore sconosciuto:

  1. Ti incuriosisce, sei sempre alla ricerca di libri insoliti.
  2. Ti insospettisce, ma gli dai una chance.
  3. Non leggi scrittori non affermati, hai poco tempo da perdere.

Un libro autopubblicato:

  1. Lo compro se conosco l’autore o posso leggere un estratto.
  2. Lo compro solo se ad un prezzo modesto.
  3. Non leggo scrittori autopubblicati, sono scarti delle case editrici.

Un refuso in un libro:

  1. Capita anche le Big, non dovrebbe, ma succede.
  2. Svaluta il libro, ma proseguo nella lettura.
  3. Chiudo il libro per amore della vera Letteratura.

La condivisione di estratti dei libri degli emergenti sui social:

  1. Mi piace, mi aiuta a capire se il libro è nelle mie corde
  2. Mi piace se non è ossessiva e se i brani riportati sono brevi
  3. Non mi piace: è solo spam irritante

Le recensioni:

  1. Sono utili per conoscere un libro, stimolano il confronto e fanno capire che un libro ha vita propria.
  2. Sono utili per conoscere un libro se non sono troppo faziose, sia in positivo che in negativo.
  3. Non le leggo, io scelgo con la mia testa.

Ci sono troppi scrittori?

  1. No, non ci sono mai troppe voci. Il silenzio è pericoloso.
  2. No, i lettori possono avere infinite e libere possibilità di scelta non pilotata dal mercato.
  3. Sì, ormai tutti si credono scrittori.

PROFILO: MAGGIORANZA DI 1.

donna-libro

Sei il lettore amato dagli emergenti: curioso, generoso, con una cultura vasta, ma con tanta umiltà. Non ti privi di nulla e dopo poche righe sai già se hai in mano un libro di valore. Per gli autori che non rientreranno nella storia della letteratura hai simpatia, come se avessi chiacchierato con un amico al bar. La comunicazione è il tuo motto.

PROFILO: MAGGIORANZA DI 2.

poetess

Sei il lettore temuto dagli emergenti: curioso, attento, meritocratico. Ami i libri di valore e te li vai a cercare con cura e perizia, come si fa con un amante. Non ami i giochi di mercato e non hai pregiudizi, ma ti aspetti un’opera meritevole di cui innamorarti. Conquistarti è bellissimo.

PROFILO C: MAGGIORANZA DI 3

William Worcester Churchill (1858 – 1926) The Chinese Vase

Sei il lettore che non rientra nel pubblico ideale degli emergenti. Colto, con convinzioni radicate, con ottime letture alle spalle, ritieni che ben pochi possano permettersi la supponenza di pubblicare. Non temuto, non amato, ma rispettato.

 

 

 

 

 

Emma Fenu

Nata e cresciuta respirando il profumo del mare di Alghero, ora vivo, felicemente, a Copenhagen, dopo aver trascorso un periodo in Medio Oriente.

Sono Laureata in Lettere e Filosofia e ho, in seguito, conseguito un Dottorato in Storia delle Arti.
Scrivo per lavoro e per passione.
Mi occupo da anni di storia delle Donne, critica, letteratura al femminile e iconografia di genere; tengo un corso di scrittura creativa; recensisco libri, intervisto scrittori; organizzo e partecipo ad eventi culturali; gestisco siti e blog dedicati al mondo della cultura, fra cui “Cultura al Femminile”.

Ho pubblicato un saggio, “Mito e devozione nella figura di Maria Maddalena”, un romanzo – inchiesta, “Vite di Madri. Storie di ordinaria anormalità”, sul lato oscuro della maternità, racconti, fiabe e poesie e una saga familiare, “Le dee del miele”, che si snoda in una Sardegna intrisa di mito e memoria, dove sono le donne le custodi della vita e della morte. Scrivo fiabe, racconti e collaboro per varie antologie.

2 commenti:

  1. hahaha io sono C spietata, ma gli emergenti appena fanno un po’ di successo mi potrebbero controbattere col sempre efficacissimo: ‘è tutta invidia’ :))

  2. Non avevo dubbi: profilo 1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *