“I miei nonni” racconto

di SAMANTHA TERRASI
CONTEST AMARCORD

La domenica spesso andavo a Roma. I miei nonni abitavano in due zone differenti. I nonni materni in via Flamina Vecchia, nei palazzi dei dipententi della Rai. Avevano un attico con un balcone che girava tutte le stanze. Una parte era stato chiuso e dedicato alle rose tea. Le preferite di nonno. Era un cantante lirico che puntava il giradischi su qualche vecchio vinile e riempiva la casa sempre assolata di musica Sono cresciuta sentendo Nessun dorma, leggendo e rileggendo Tristano e Isotta e ascoltando mio nonno canticchiare mentre faceva le parole crociate. Il giradischi a volte gracchiava e mia nonna condiva l’insalata di patate. I miei nonni paterni invece erano immersi nella Roma più antica. Vicolo monte del gallo, dietro al cupolone. Dalla finestra si potevano quasi spiare i fedeli in preghiera. Era una casa piccola, il telefono era appeso alla parete del corridoio, c’era sempre odore di melanzane fritte e arance condite. Mio nonno beveva Sambuca di nascosto e inzuppava il pane raffermo nel latte. Mia nonna brontolava sempre perchè si sbrodolava, perchè non usciva, pensava solo a mangiare. Si parlava in dialetto e c’erano le foto degli zii e santini che si rincorrevano sulla credenza. Per qualcuno c’era il segno della croce. Ognuno aveva il suo posto e mia nonna Rosalia sapeva quando e come farli accomodare alla tavola anche se erano solo ricordi.

Emma Fenu

Nata e cresciuta respirando il profumo del mare di Alghero, ora vivo, felicemente, a Copenhagen, dopo aver trascorso un periodo in Medio Oriente. Sono Laureata in Lettere e Filosofia e ho, in seguito, conseguito un Dottorato in Storia delle Arti. Scrivo per lavoro e per passione. Mi occupo da anni di storia delle Donne, critica, letteratura al femminile e iconografia di genere; tengo un corso di scrittura creativa; recensisco libri, intervisto scrittori; organizzo e partecipo ad eventi culturali; gestisco siti e blog dedicati al mondo della cultura, fra cui "Cultura al Femminile".Ho pubblicato un saggio, "Mito e devozione nella figura di Maria Maddalena", un romanzo - inchiesta, "Vite di Madri. Storie di ordinaria anormalità", sul lato oscuro della maternità, racconti, fiabe e poesie e una saga familiare, "Le dee del miele", che si snoda in una Sardegna intrisa di mito e memoria, dove sono le donne le custodi della vita e della morte. Scrivo fiabe, racconti e collaboro per varie antologie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *