“Noi vivevamo e basta” di Annabelle Lee

“Noi vivevamo e basta” di Annabelle Lee

Contest Amarcord

Faceva sempre freddo, un freddo bello che noi sentivamo amico, compagno di giochi e di libertà. Maestosi abeti ricoperti di neve parevano anziani saggi che muti acconsentivano agli schiamazzi e alla gioia della nostra infanzia e noi schiamazzavamo e gioivamo senza ragione, senza pensiero e senza tempo.
Il cielo doleva agli occhi e noi guardavamo la neve, ma senza vederla, come non vedevamo neanche l’imponenza delle montagne contro il cielo, la maestosità dell’aquila stagliata in volo o la purezza del ghiaccio sulla superficie del torrente.
Noi vivevamo e basta.

Emma Fenu

Nata e cresciuta respirando il profumo del mare di Alghero, ora vivo, felicemente, a Copenhagen, dopo aver trascorso un periodo in Medio Oriente. Sono Laureata in Lettere e Filosofia e ho, in seguito, conseguito un Dottorato in Storia delle Arti. Scrivo per lavoro e per passione. Mi occupo da anni di storia delle Donne, critica, letteratura al femminile e iconografia di genere; tengo un corso di scrittura creativa; recensisco libri, intervisto scrittori; organizzo e partecipo ad eventi culturali; gestisco siti e blog dedicati al mondo della cultura, fra cui "Cultura al Femminile".Ho pubblicato un saggio, "Mito e devozione nella figura di Maria Maddalena", un romanzo - inchiesta, "Vite di Madri. Storie di ordinaria anormalità", sul lato oscuro della maternità, racconti, fiabe e poesie e una saga familiare, "Le dee del miele", che si snoda in una Sardegna intrisa di mito e memoria, dove sono le donne le custodi della vita e della morte. Scrivo fiabe, racconti e collaboro per varie antologie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *