“Le dee del miele” di Emma Fenu

“Le dee del miele” di Emma Fenu

Recensione di Carolina Colombi

Le dee del miele

Storia che intreccia le vita di quattro donne in una Sardegna di ancestrale bellezza

“Profumo di pomodori e salsedine, linguaggio di una terra talvolta generosa, dea del grembo fecondo e gravido di sole, che sfama i suoi figli.”

E’ sul filo della memoria, in un contesto ricco di tradizione e mito, che si snodano le storie di quattro donne.

Esse sono testimoni e dispensatrici di vita: Lisetta, Marianna, Caterina ed Eva.

Nelle Dee del miele, attraverso una narrazione raffinata,  le protagoniste del libro conducono per mano il lettore.

Ed è come se da un ipotetico proscenio,  il lettore stesso potesse assistere allo svolgersi delle loro vite.

Le vicende, di grande impatto emotivo, attraversano tutto il ‘900 e si srotolano in una Sardegna d’altri tempi.

Quattro racconti, che diventano poi un’unica storia, di donne comuni, ma straordinarie, nella quotidianità ripetitiva dei loro gesti.

Chiamate a vigilare sulla vita e sulla morte, pur nella loro apparente fragilità, sono figure granitiche.

Ed è in virtù della loro forza elargita, più che da quella ricevuta, che a loro si può attribuire il ruolo di Dee del miele, in quanto detentrici del potere di dar la vita, oltre che capaci di vegliare su di essa.

In questo muliebre universo, il filo del destino le lega in maniera indissolubile, amalgamandole in un’unica condizione: quella di essere madri e donne; condizione che va oltre a quelle che sono le loro diversità.

A rendere fascinoso ed emozionante il racconto, è soprattutto l’atmosfera che traspare da parole e frasi, cariche di pathos, che non esulano dal raccontare fatti che sono di una grande e tangibile veridicità.

Fatti reali, ambientati in una Sardegna, microcosmo geograficamente singolare, abitato da spiriti, fate e demoni.

Ed è in questo particolare contesto ambientale, che si intrecciano le vite di Lisetta, Caterina, Marianna, Eva.

Diventano così emblema di tutte le donne del mondo, soprattutto per la forza con cui portano sulle spalle il loro pesante fardello.

Le Dee del miele è una saga tutta al femminile, dove il miele è elemento ricorrente nella narrazione.

 Quasi personificandosi, il miele assume il significato che gli spetta di diritto: è alimento caro agli Dei, in quanto nutrimento ricco e prezioso fin dai tempi più remoti.

“Le bambole dell’orto erano di carne e profumavano di latte. Alcune, in verità, erano fatte di stracci dalla forma antropomorfa e le si cuciva, con un sorriso, per conciliare il sonno di una piccina o, con un ghigno, per propiziare la morte di un nemico, tramite un diabolico rituale.”

Nonostante le tematiche che gravitano intorno all’universo femminile non siano di facile approccio, l’autrice lo fa con una delicatezza d’altri tempi.

Risalendo alle proprie origini, con garbo, accompagna colui che legge a conoscere queste figure di donne.

Donne  dotate di grande umanità e straordinario coraggio.

Vissute inoltre, in un tempo difficile, forse, tempo più autentico del nostro presente.

E mentre, rapide e fluide, sviluppate in una prosa raffinata e in linea con il periodo di cui si racconta, le parole scorrono via, il lettore sente di poter far suoi miti e tradizioni qui narrati.

E li conserva nel proprio personale bagaglio emotivo.

Perché avvalersi dei molti rimandi mitologici conferisce alla narrazione una maggior ricchezza espressiva.

Da assaporare, dunque, le Dee del miele.

Da centellinare come un racconto messaggero di echi lontani.

Racconto di una Sardegna, aspra e ricca di suggestione, già conosciuta attraverso le opere di Grazia Deledda.

Romanzo appassionante, intessuto in una trama da scrittrice di vero talento.

Il romanzo coinvolge il lettore, che addentrandosi nelle vicende narrate, può trovare in ognuna delle figure femminili un po’ di sè.

 

Sinossi

Le Dee del miele, romanzo ambientato in una terra ricca di tradizioni e miti quale è la Sardegna, è una storia che si snoda attraverso il ’900. Le vite di quattro donne s’intrecciano fra loro, e pur nelle loro diversità si compenetrano l’una nell’altra. Sono madri, forti come Dee, incaricate di dare la vita e di vegliare su di essa, diventando così emblema di tutte le donne del mondo.

 

Le dee del miele – scheda libro

Titolo: Le dee del miele

Autore: Emma Fenu

Editore: Milena edizioni

Anno di pubblicazione: 2016

Cultura al femminile

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *