“Le dee del miele” di Emma Fenu

“Le dee del miele” di Emma Fenu

recensione di Anna Fresu

 

le dee del miele

I personaggi di “Le dee del miele” di Emma Fenu sono dee, maghe, streghe. Sono donne.

Donne di carne e sangue. Donne di miele. Sono forti e fragili. Secondo il tempo e la stagione. Le stagioni della vita.
Sono fragili, a volte, ma mai vittime.

La vita la tessono con le parole – quasi litanie e formule magiche– suoni tramandati mai sepolti; la tessono con gli affetti e le memorie.

Il dolore non lo ignorano ma lo addolciscono con il miele.

Un miele che non cancella le ferite ma le mitiga, le mischia alle gioie, alle scoperte, le fonde nel senso della vita.

Una vita come un filo –magico- che unisce varie vite, che segna il passaggio da una generazione all’altra, che costruisce un’unica storia.

Storia di donne e storia di una terra, la Sardegna, aspra e dolce come il miele di rovo, come il sangue. Sangue che fluisce che toglie e che dà la vita.

Emma Fenu ha saputo ascoltare, tramandare, fare sue e nostre le parole-sortilegio, scritte con sangue, lacrime trattenute, canto, capelli e umori su un lenzuolo di bisso divenuto carta.

O, modernamente, sullo schermo di un kindle.

Sinossi

Una saga familiare, ispirata alla realtà, che attraversa tutto il Novecento, in una Sardegna intrisa di mito e memoria.

Un universo parallelo di spiriti, fate e demoni in cui spetta al mondo muliebre vegliare sulla vita e sulla morte.

Quattro donne protagoniste: Caterina e Lisetta, fanciulle che diverranno consuocere; Marianna, figlia adottiva di Lisetta; Eva, figlia di Marianna.

Creature diverse fra loro, per ceto sociale e vissuto, ma legate dai fili del destino fino a divenire parte l’una dell’altra, tramite un cordone ombelicale di sangue, luna, farina, miele, mistero, esoterismo e agnizioni.

Eva, l’ultima nata, intenta a riannodare il filo rosso di mestruazioni, parti e aborti delle sue antenate fino a scoprire il vero segreto del “dono” di famiglia.

Una storia, dunque, di Donne.

Donne madri, forti come Dee,

capaci di rinascere dopo infinite eclissi.

Donne mamme, lune piene, dolci come miele.

Dee del miele.

Autore: Emma Fenu
Titolo: “Le dee del miele”
Edizione: Milena Edizioni, 2016
Sito web del libro:
 http://emmafenu.wix.com/ledeedelmiele
Foto di copertina:
Francesca Guerrini
Link d’acquisto:

61vHbYUSNBL._SL110_

http://amzn.to/29eUFDz

Emma Fenu

Nata e cresciuta respirando il profumo del mare di Alghero, ora vivo, felicemente, a Copenhagen, dopo aver trascorso un periodo in Medio Oriente.

Sono Laureata in Lettere e Filosofia e ho, in seguito, conseguito un Dottorato in Storia delle Arti.
Scrivo per lavoro e per passione.
Mi occupo da anni di storia delle Donne, critica, letteratura al femminile e iconografia di genere; tengo un corso di scrittura creativa; recensisco libri, intervisto scrittori; organizzo e partecipo ad eventi culturali; gestisco siti e blog dedicati al mondo della cultura, fra cui “Cultura al Femminile”.

Ho pubblicato un saggio, “Mito e devozione nella figura di Maria Maddalena”, un romanzo – inchiesta, “Vite di Madri. Storie di ordinaria anormalità”, sul lato oscuro della maternità, racconti, fiabe e poesie e una saga familiare, “Le dee del miele”, che si snoda in una Sardegna intrisa di mito e memoria, dove sono le donne le custodi della vita e della morte. Scrivo fiabe, racconti e collaboro per varie antologie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *