Dopo di te di Jojo Moyes

Recensione di Elisabetta Corti

Titolo: Dopo di te

Autore: Jojo Moyes

Edizione: Mondadori Omnibus, 2016

 

cop

Non sono per i sequel, troppo spesso mi hanno deluso. Eppure, avevo lasciato Louisa Clarke seduta ad un tavolo a Parigi, godendosi tiepidi raggi di sole mentre legge la lettera che Will ha fatto in modo che le arrivasse qui, nella ville lumière.

L’avevo lasciata lì, ed ero troppo curiosa di sapere se si sarebbe alzata, se quella “nuova lei” avrebbe abbracciato la nuova vita.

Le ho dato questa chance. L’ho ritrovata a Londra, con molte domande.

“Dopo di te” di Jojo Moyes è il seguito di “Io prima di te”.

Avevo letto quel romanzo senza sapere nulla della trama, incuriosita da un commento di un’amica su Facebook. Fu amore a prima vista, con la sua semplicità nell’affrontare argomenti come la disabilità e la morte assistita. E’ un libro doloroso ma utile.

Il seguito riparte proprio dal dolore, quello della perdita, quel vuoto incolmabile. Andare avanti, cercando di non idealizzare o addirittura santificare chi non c’è più.

Louisa è tornata nel suo bozzolo. Nel tentativo di “esaudire” il desiderio di Will di vederla felice, come un automa ha girato l’Europa ed è rientrata in Inghilterra sentendosi completamente fuori posto.

Una serie di eventi rocamboleschi e decisamente inaspettati, la obbligano ad aprire un po’ quel bozzolo, ma la farfalla ancora sembra non voler uscire.

Il pregio di Jojo Moyes, ancora una volta, è quello di saper amalgamare con sapienza dolore e leggerezza in 400 pagine in cui non si distrae, non abbozza argomenti sconosciuti, induce anche il lettore a farsi delle domande.

E’ sempre difficile parlare del dolore, in particolare quello per una persona scomparsa. La vita si congela in quell’attimo, ci si può sentire attanagliati dal senso di colpa, si può cadere nella trappola di vivere nel passato.

C’è un lavoro sapiente in questo libro, dove i luoghi comuni non hanno spazio, c’è quel pizzico di buoni sentimenti che non guasta e anche un po’ di sorpresa per le situazioni che si avvicendano. Ai vecchi personaggi che fungono da “conforto” per il lettore, se ne aggiungono di nuovi che sembrano fuori posto nel quadro di vita di Louisa, ma che si fanno spazio a poco a poco trovando una collocazione perfetta.

Vi è una piccola lezione di vita senza pretese, ma che ci invita a ricordare che siamo anche quello che di buono lasciamo.

Sinossi

Quando finisce una storia, ne inizia un’altra.Come si fa ad andare avanti dopo aver perso chi si ama? Come si può ricostruire la propria vita, voltare pagina?Per Louisa Clark, detta Lou, come per tutti, ricominciare è molto difficile. Dopo la morte di Will Traynor, di cui si è perdutamente innamorata, si sente persa, svuotata.È passato un anno e mezzo ormai, e Lou non è più quella di prima. I sei mesi intensi trascorsi con Will l’hanno completamente trasformata, ma ora è come se fosse tornata al punto di partenza e lei sente di dover dare una nuova svolta alla sua vita.A ventinove anni si ritrova quasi per caso a lavorare nello squallido bar di un aeroporto di Londra in cui guarda sconsolata il viavai della gente. Vive in un appartamento anonimo dove non le piace stare e recupera il rapporto con la sua famiglia senza avere delle reali prospettive. Soprattutto si domanda ogni giorno se mai riuscirà a superare il dolore che la soffoca. Ma tutto sta per cambiare.Quando una sera una persona sconosciuta si presenta sulla soglia di casa, Lou deve prendere in fretta una decisione. Se chiude la porta, la sua vita continuerà così com’è: semplice, ordinaria, rassegnata. Se la apre, rischierà tutto. Ma lei ha promesso a se stessa e a Will di vivere, e se vuole mantenere la promessa deve lasciar entrare ciò che è nuovo.Questo romanzo appassionante e mai scontato è l’attesissimo seguito del bestseller internazionale Io prima di te. Jojo Moyes ha deciso di scriverlo dopo che per tre anni è stata letteralmente sommersa dalle lettere e dalle e-mail di lettori che le chiedevano che fine avesse fatto l’indimenticabile protagonista Lou.

Puoi acquistare il libro qui

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *