“Una carezza nell’anima” di Marta Tropeano

“Una carezza nell’anima” di Marta Tropeano

Recensione di Ilaria Biondi

Marta Tropeano

Era una sera di giugno di nuvole e stelle.

La finestra della mia camera era spalancata sul verde argento delle erbe folli del prato.

L’aria era sfiorata dal rintocco antico delle vicine campane.

Ero sdraiata sul letto, pronta a farmi abbracciare dal sonno, quando udii un inatteso bisbiglio:

“ Non sprecare la dolce bellezza di queste ore dormendo!

Se mi dai la mano, ti farò conoscere dei mondi meravigliosi, che mai potrai dimenticare!”.

Come capii ben presto, quella melodia incantevole sgorgava dalle pagine di Una carezza nell’anima, il libro che giaceva, apparentemente silente, sul mio comodino.

Sono sempre stata un po’ pazzerella e non ho mai disdegnato le avventure bizzarre.

Potevo mai perdermi una simile occasione?

Chiusi gli occhi e mi lasciai scivolare, come foglia che volteggia nella brezza marzolina,  sulla carta e sui volteggi di penna.

Dimentica dei miei anni adulti e delle fatiche della giornata.

Quale splendore mi si parò davanti agli occhi!

Un bambino che danzava sul niveo abito di una bellissima bambina, disegnando sulla stoffa d’impalpabile candore parole di amore.

Pace.

Armonia.

Musica.

A volte, frugo curiosa nel buio della notte e mi capita di scorgere, nelle pagliuzze dorate delle stelle, gli occhi sorridenti di Inchiostro Magico.

Le sue pupille prendono per mano quelle di Carta Bambina, stringendole in un abbraccio di cuore e anima che scioglie le paure della diversità.

Dopo aver attraversato la collina dei magici scarabocchi, fui dolcemente catapultata nel regno incantato dei sette colori.

Qui le Principesse Maurine vivono in armonia con le altre creature del mare cobalto, e insieme lottano per salvare il loro mondo incontaminato dall’artiglio del male.

Dalle cattiverie e stoltezze degli Uomini Parlanti.

Forse non sapete che è la loro danza di gioia e luce a disegnare un arco di colori nel cielo dopo la pioggia!

Il mio viaggio di carta mi condusse poi sulla strada di un essere speciale: il ragnetto Martugo, che tesse magiche ragnatele:

“legami tra i bambini, tra sorelle e fratelli e tra genitori.”

Ricami invisibili che uniscono un cuore all’altro.

Fili intrecciati dove luce, colori e fantasia ondeggiano sulle ali della musica e sui baci del coraggio e del desiderio.

E non posso non parlarvi di Palloncina Rossana e Occhio Luce, che incontrai subito dopo.

Due personaggi capaci di spazzare via l’ombra di giornate senza speranze né sogni, facendo cadere sulla città triste e opaca qualcosa di speciale:

“iniziò a piovere, ma non la pioggia fatta d’acqua […], erano scie luminose, sembravano carezze di luce, […] scie viola e azzurre, sfumature calde come fossero ricordi belli.”

Prima di tornare fra le mie lenzuola fresche di bucato, volli dare anche una sbirciatina al cielo di Parigi, aggrappandomi alla coda soffice di una nuvola bianca di nome Tutù.

La piccola, inconsolabile, non riusciva a trovare i suoi genitori.

Nemmeno Luna, Sole, Stelle poterono illuminare il suo sorriso.

Ma Tutù non ha mai smesso di cercare e sperare e una piccola grande magia che profumava di coccole di mamma si è infine posata sul suo capo di vento…

Marta Tropeano, insegnante di scuola primaria, Pedagogista e Progettista educativo e scolastico, ci regala in Una carezza dell’anima cinque favole dalla trama originalissima.

Favole sgorgate da una Fantasia Bambina che rincorre, stupita e grata, i sentieri dell’incanto, della saggezza antica e della poesia dell’anima.

Favole che le illustrazioni a matite colorate e acquerello di Miriam Palumbo valorizzano con tocco soave.

Personaggi, luoghi e storie sospesi tra il quotidiano e il meraviglioso.

Un filo invisibile ma tenace li attraversa e li tiene uniti: il «linguaggio emotivo» di cui essi si fanno testimoni e portavoce.

Le favole, seguite da schede didattiche, intendono stimolare un confronto operativo in classe, inserendosi in un percorso di apprendimento avente come obiettivo pedagogico un ritorno «all’umanità dei sentimenti».

Marta Tropeano difende con forza un ideale educativo nobilissimo e di grande bellezza, la Didattica delle Emozioni, che pone al centro del proprio interesse “l’io emotivo” del bambino, la valorizzazione delle sue specifiche capacità e potenzialità.

Una posizione, questa, che contrasta con l’imperante sistema utilitaristico e competitivo e i suoi modelli aridi e sterili

“dove conta ciò che si ha e non ciò che si è.”

Storie che non vogliono essere semplice intrattenimento, ma che ambiscono a farsi carezza dell’io profondo.

A diventare «spazio affettivo».

Luogo di incontro, empatia e condivisione emozionale tra l’adulto e il bambino.

Per questa ragione Marta Tropeano invita a leggere le favole a voce alta.

Una modalità di lettura che

“accende la fantasia, è luce per la nostra anima, perché potenzia la capacità dell’ascolto globale che comprende non solo il sentire che ci deriva dall’orecchio ma influisce sull’attenzione unitaria e penetra nel cuore delle emozioni.”

Un volume, piccolo nelle dimensioni ma straordinariamente grande nei propositi quello di Marta Tropeano.

Un libro garbato e appassionato, che con l’ardore della semplicità affronta  una questione essenziale e delicata come l’educazione e l’apprendimento dei bambini, proponendo un’alternativa saggia e umanissima.

In un mondo che si fa ogni giorno sempre meno a misura di uomo.

E di bambino.

SINOSSI

Questa raccolta di favole non vuole essere solo un libro, ma è un contenitore di progetti-percorsi sull’educazione all’affettività e al rispetto delle diversità e all’amore per la natura che ci circonda.

Già dal titolo “Una carezza nell’Anima” si può delineare l’obiettivo pedagogico semplice ma profondo di un ritorno “all’umanità dei sentimenti”.

Parole come carezze per cogliere l’importanza dei sentimenti in una società piena di contraddizioni utilitaristiche dove conta ciò che si ha e non ciò che si è.

Quindi l’essere, “l’io emotivo” del bambino diventa il centro di questo libro dove i linguaggi espressivi valorizzano le capacità e le diversità di ciascuno.

Autore: Marta Tropeano (Illustrazioni di Miriam Palumbo)
Titolo: Una carezza nell’anima
Genere: Favole
Editore: Nep
Data: 2016

 

https://www.amazon.it/Una-carezza-nellanima-Marta-Tropeano-ebook/dp/B01BP6R5ZK/ref=sr_1_fkmr0_1?ie=UTF8&qid=1488732590&sr=8-1-fkmr0&keywords=carezza+dell%27anima+tropeano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *