“Mio fratello rincorre i dinosauri” di Giacomo Mazzariol

“Mio fratello rincorre i dinosauri” di Giacomo Mazzariol

recensione di Monica Giusto

 

dinosauri

C’era una volta una famiglia, una mamma ed un papà, due allegre bimbe (Chiara e Alice) e un simpatico bimbetto (Giacomo).

Ogni cosa era al posto giusto a parte, ovviamente, il lieve sbilanciamento di genere. Tre femmine e due maschi, un problema tutto sommato gestibile.

Poi un giorno arrivò la notizia bomba: nella pancia della mamma era morbidamente rintanato un nuovo membro della famiglia. Giacomo ne era certo: sarebbe stato un maschio.

Colui che avrebbe riequilibrato il tutto.

Tre contro tre, la parità perfetta.

Mai più il rosa avrebbe battuto l’azzurro, il dolce vinto il rosa, i film strappalacrime al posto delle partite di calcio.

Ma la notizia bomba non è mai isolata, quella che precede è, di solito, solo l’anticamera dello scoop vero e proprio.

Un po’ come il ricco antipasto prima della grande abbuffata o l’emozione della serenata il giorno prima delle nozze.

Il fratellino (nessun dubbio: era un maschio)sarebbe stato speciale.

Giacomo se lo immaginò vestito come un supereroe con il mantello svolazzante, la spada lucida e ben affilata e sopratutto con i superpoteri.

Anche se più piccolo lo avrebbe protetto da tutto e da tutti. Le loro gesta sarebbero state tramandate di generazione in generazione.

E venne il giorno tanto atteso, Giovanni nacque il sette di dicembre, giusto in tempo per festeggiare con tutti il Natale.

Giacomo aveva indovinato: era un maschio, evvai!

Però qualcosa non quadrava, aveva strani occhi allungati come quelli degli orientali, le dita dei piedi erano cinque, ma sembravano quattro, la testa stranamente piatta.

Non somigliava né a mamma né a papà, sembrava quasi fosse di un altro pianeta.

Passarono gli anni, ma lui restava per sempre bambino.

Dov’erano finiti i superpoteri? Eppure tutto era così come doveva essere: diverso da come lo aveva sempre immaginato.

Mio fratello rincorre i dinosauri è il romanzo d’esordio di Giacomo Mazzariol, un ragazzo di appena diciannove anni che racconta con stile narrativo fresco ed immediato la propria storia, ovvero la storia di suo fratello Giovanni nato con la sindrome di Down.

Tale malattia  spesso mette a dura prova gli equilibri familiari, ma ciò non accade nella famiglia Mazzariol dove Giovanni viene accolto da subito come qualcosa di diversamente speciale.

Titolo: “Mio fratello rincorre i dinosauri”

Autore: Giacomo Mazzariol

Edizione:  Einaudi, 2016

Emma Fenu

Nata e cresciuta respirando il profumo del mare di Alghero, ora vivo, felicemente, a Copenhagen, dopo aver trascorso un periodo in Medio Oriente. Sono Laureata in Lettere e Filosofia e ho, in seguito, conseguito un Dottorato in Storia delle Arti. Scrivo per lavoro e per passione. Mi occupo da anni di storia delle Donne, critica, letteratura al femminile e iconografia di genere; tengo un corso di scrittura creativa; recensisco libri, intervisto scrittori; organizzo e partecipo ad eventi culturali; gestisco siti e blog dedicati al mondo della cultura, fra cui "Cultura al Femminile".Ho pubblicato un saggio, "Mito e devozione nella figura di Maria Maddalena", un romanzo - inchiesta, "Vite di Madri. Storie di ordinaria anormalità", sul lato oscuro della maternità, racconti, fiabe e poesie e una saga familiare, "Le dee del miele", che si snoda in una Sardegna intrisa di mito e memoria, dove sono le donne le custodi della vita e della morte. Scrivo fiabe, racconti e collaboro per varie antologie.

Un commento:

  1. L’ha ribloggato su oana2182e ha commentato:
    Una bellissima tema affrontata con coraggio e amore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *