“Bobo e Mister Heimlich” di Nadia Levato

“Bobo e Mister Heimlich” di Nadia Levato

RECENSIONE DI EMMA FENU

Nadia Levato

Un eroe e un bambino: il primo insegna, il secondo apprende, diventando un piccolo e bravo aiutante.

Molte sono le storie destinate ai più piccoli che si snodano seguendo le dinamiche appena citate, rivelandosi capaci di appassionare, coinvolgere e veicolare importanti messaggi educativi.

Un libro, soprattutto se studiato ad arte, ossia con un linguaggio accattivante e melodico e con illustrazioni divertenti e esemplificative, può trasformarsi, pertanto, in un valido sostegno alla missione educativa.

E a quest’ultima missione ben assolve “Bobo e Mister Heimlich”, a cura di Nadia Levato.

Il genitore o l’educatore comprenderà subito che ci si riferisce alla manovra, che prende il nome dal medico statunitense che per primo la divulgò, per rimuovere le ostruzioni dalle vie aeree.

Il pericolo di introdurre piccoli oggetti o pezzi di cibo in naso e bocca (e anche orecchie) è da non sottovalutare nel periodo dell’infanzia e bisogna agire in primis con la prevenzione, insegnando ai bambini i quali, se coinvolti, si mostrano attivi e pronti alla collaborazione.

Bobo e Mister Heimlich” mira a rendere il piccolo lettore consapevole dei “giochi pericolosi” e, di conseguenza, capace di fornire aiuto ai coetanei allertando la mamma o componendo il numero 118.

Ovviamente i fautori della manovra sono gli adulti: ai bambini è riservato un ruolo di vigilanza e attenzione.

Ho notato che nella storia non viene menzionato l’intervento del papà, ma solo dellamamma: non ho competenze mediche per affermare se sia il frutto di una scelta narrativa o se la manovra sia eseguita, statisticamente, soprattutto dalle donne sui propri bambini.

Un progetto, questo della campagna per le manovre salvavita, da appoggiare in pieno, con entusiasmo e responsabilità.

Il tono della storia non mira al terrorismo psicologico, ossia non spaventa i piccoli: dosando sapientemente informazione, ironia e gioco, il libro è una piacevole e utile lettura, anche in seno al contesto scolastico.

Autore: Nadia Levato

Illustratore: Alessandro Giannelli

Titolo: “Bobo e Mister Heimlich”

Edizione: Biblioteca delle Soluzioni, 2016

 SINOSSI:

Bobo è un vivace bambino ignaro delle piccole insidie che si nascondono dietro attività all’apparenza innocue.

Mister Heimlich sarà la sua guida nella scoperta dell’apparato respiratorio e gli darà consigli preziosi per educarlo alla prevenzione primaria delle ostruzioni da corpo estraneo!

Rime e filastrocche saranno complici di questa avventura.

Età di lettura: da 7 anni.

Link d’acquisto:

https://www.amazon.it/Bobo-mister-Heimlich-Nadia-Levato/dp/8894040968/ref=sr_1_1?s=books&ie=UTF8&qid=1471599669&sr=1-1&keywords=bobo+e+mister+heimlich

Emma Fenu

Nata e cresciuta respirando il profumo del mare di Alghero, ora vivo, felicemente, a Copenhagen, dopo aver trascorso un periodo in Medio Oriente. Sono Laureata in Lettere e Filosofia e ho, in seguito, conseguito un Dottorato in Storia delle Arti. Scrivo per lavoro e per passione. Mi occupo da anni di storia delle Donne, critica, letteratura al femminile e iconografia di genere; tengo un corso di scrittura creativa; recensisco libri, intervisto scrittori; organizzo e partecipo ad eventi culturali; gestisco siti e blog dedicati al mondo della cultura, fra cui "Cultura al Femminile".Ho pubblicato un saggio, "Mito e devozione nella figura di Maria Maddalena", un romanzo - inchiesta, "Vite di Madri. Storie di ordinaria anormalità", sul lato oscuro della maternità, racconti, fiabe e poesie e una saga familiare, "Le dee del miele", che si snoda in una Sardegna intrisa di mito e memoria, dove sono le donne le custodi della vita e della morte. Scrivo fiabe, racconti e collaboro per varie antologie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *