Le dee del miele – Emma Fenu

Le dee del miele – di Emma Fenu

Recensione di Fran Cesca

Emma Fenu - Le dee del miele

Le saghe familiari sono un genere che di solito non mi attrae ma questo è un caso diverso.

Potrei dire che la lettura è semplice e scorrevole ma non è così, per lo meno per me.

“Le dee del miele” è un romanzo molto articolato, il linguaggio è molto curato, ogni parola scelta con minuzia tanto da avere l’impressione che sia stato scritto da un’autrice che proviene dal passato… ma magari è davvero così!

Emma Fenu è una donna sicuramente fuori dal tempo presente.

La prosa poetica ed evocativa ci culla in un susseguirsi di immagini oniriche, conducendoci in una realtà in cui sacro e profano, fede e magia si fondono.

devil-1566853_960_720


L’aspetto antropologico del racconto dà spunti di riflessioni molto interessanti su ciò che i nostri usi e costumi ci insegnavano fino a pochi decenni fa e ci insegnano ancora oggi.


Il tema della morte è molto presente ma contestualizzato in una quotidianità che la rende meno spaventosa.


Generazioni di donne speciali si raccontano fino ad arrivare alla piccola Eva che sembra accogliere i doni delle sue ave.

Eva, figlia di dee e in un qualche modo gia’ a sua volta genitrice come lo è stata la prima della storia dell’uomo.


Magari andrò controcorrente rispetto altre recensioni, ma in alcuni passaggi ho addirittura avuto brividi quasi di paura!


Mi piacerebbe vederne il film… credo uscirebbe un gioiellino di pellicola d’autore!


L’emozione di questo romanzo mi ha accompagnato anche dopo la fine della lettura e credo che per un’appassionata di libri questo sia il massimo!

https://www.amazon.it/dee-del-miele-Emma-Fenu-ebook/dp/B01ECMEQ7E/ref=sr_1_1?s=digital-text&ie=UTF8&qid=1472588159&sr=1-1&keywords=emma+fenu

Titolo: Le dee del miele

Autore: Emma Fenu
Casa editrice: Milena Edizioni (16 aprile 2016)

Sinossi:

“Le Dee del miele” è una storia, ispirata alla realtà, che si snoda attraverso tutto il Novecento, ambientata in una Sardegna intrisa di mito e memoria.

In tale contesto, in cui si fonde un universo parallelo di spiriti, fate e demoni, spetta al mondo muliebre vegliare sulla vita e sulla morte.

Le protagoniste sono, infatti, quattro donne: Caterina e Lisetta, fanciulle che non si conoscono, ma che diverranno consuocere; Marianna, figlia adottiva di Lisetta; e Eva, figlia di Marianna.

Sono creature diverse fra loro, per ceto sociale e vissuto, ma legate dai fili del destino fino a divenire parte l’una dell’altra, tramite un cordone ombelicale di sangue, luna, farina, miele, mistero, esoterismo e agnizioni.

Sarà Eva a riannodare il filo rosso di mestruazioni, parti e aborti delle sue antenate e a scoprire il vero segreto del “dono” di famiglia.

Questa è, dunque, una storia di Donne.

Donne madri, forti come Dee, capaci di rinascere dopo infinite eclissi.

Donne mamme, lune piene, dolci come miele.

Dee del miele.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *