“E con Tango siamo in tre” di Justin Richardson e Peter Parnell

“E con Tango siamo in tre”

http://www.gliscrittoridellaportaaccanto.com/2015/11/girogirotondo-recensione-narrativa-per_3.html

Liliana Sghettini

tango

Qualche giorno fa pensavo a “E con Tango siamo in tre” e a quale dono magnifico sia per un
bambino ricevere un libro illustrato.
Si, avete ragione tutti lo hanno pensato almeno una volta pronunciando anche senza enfasi frasi di circostanza.
Io, in realtà, mi sono soffermata su questo concetto per approfondirlo.
Mi sono data molte risposte: i libri per l’infanzia sono doni preziosi per il fatto di presentarsi spesso come curiosi pacchetti regalo dalle forme e i colori inaspettati in grado di catturare l’attenzione dei bambini.
Sono inoltre strumento dalle infinite potenzialità seppur il loro contenuto sia apparentemente semplice. I libri possono essere teatro di gioco e divertimento grazie alla fantasia ed alla creatività che loro stessi vi impiegano.
Oppure possono “semplicemente” essere strumento di osservazione ed apprendimento della realtà.
Vi è mai capitato di trovarvi spiazzati dinanzi ad una domanda “difficile” di vostro figlio?
A me si e un libro può essere anche questo, un’efficace via di scampo per i momenti in cui ci si sente inadeguati per rispondere alle loro inaspettate curiosità.
E’ nostro compito accompagnarli nell’osservazione della realtà senza dare giudizi ma invitandoli a riflettere in base ai valori che abbiamo loro trasmesso.
La recensione di oggi riguarda un libro che attraverso le vicende di una coppia di pinguini dello zoo di Central Park affronta con grande delicatezza il tema della diversità.
Accade che “ Ogni anno e sempre nello stesso periodo, i pinguini femmina cominciano a guardare i pinguini maschio. E i pinguini maschio cominciano a guardare i pinguini femmina. Quando il maschio e la femmina fatti l’uno per l’altra si incontrano diventano una coppia”.
Un giorno il signor Gramzay, addetto alla cura dei pinguini, nota che nel branco ce ne sono due maschi, Ray e Silo, che camminano insieme, nuotano insieme e si inchinano in segno di rispetto reciproco.
Insomma si comportano proprio come se fossero “fatti l’uno per l’altro!”
Ray e Silo, imitando il comportamento delle altre coppie di pinguini, costruiscono il loro nido dove poi vorranno deporre e covare le uova.
Ben presto si renderanno conto che loro non possono farlo e cosa accadrà?
Rey, molto tenac, non si arrende e dopo aver trovato qualcosa che somiglia ad un uovo con amore viscerale e dedizione assoluta, lo depone delicatamente nel nido ed inizia a covarlo.
Si comporta proprio come avrebbe fatto una madre di qualsiasi specie nei confronti della propria prole.
L’impegno di Roy e Silo, entrambi pinguini maschi, nella cura del loro “uovo” non passa inosservato all’attento Sig. Gramzay. Egli decide di aiutarli a risolvere il loro “problema”.
Ma cosa farà per aiutare questa coppia “diversa” a realizzare il loro sogno di paternità?
Leggendo “E con Tango siamo in tre” di Justin Richiardson, professore aggiunto di psichiatria alla Columbia University e Peter Parnell, commediografo di Broadway, assisterete ad una maginifica avventura.
Un’avventura iniziata dalla Natura che con l’intervento umano avrà un epilogo del tutto inaspettato.
Una nota particolare va riservata alle illustrazioni di Henry Cole che ci ha regalato un dipinto dai tenui ma efficaci colori pastello.
NOME: E CON TANGO SIAMO IN TRE
AUTORE: Justin Richardson e Peter Parnell
GENERE: FAVOLA
EDITORE: EDIZIONI JUNIOR
ANNO: 2011
https://www.amazon.it/E-con-Tango-siamo-tre/dp/8884343453/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1472448003&sr=8-1&keywords=E+CON+TANGO+SIAMO+IN+TRE

diversità

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *