Intervista alla lettrice Tiziana Cazziero

Intervista alla lettrice Tiziana Cazziero

di Emma Fenu

 

Nome: Tiziana Cazziero
Età: 39 anni

 

Quale personaggio letterario ti rappresenta, almeno in parte?

Non ho un personaggio letterario che mi rappresenta, però amo la Fallaci, ultimamente ho trovato in edicola il suo evergreen Lettera di un bambino mai nato e mi sto godendo nuovamente questa lettura. 

Che tipo di lettore sei?

Appassionata e affamata.

Nel senso che mi piace sperimentare generi diversi e sono curiosa di scoprire nuovi autori e testi che forse potrebbero non essere di “moda”.

Come descriveresti il gruppo facebook “Letteratura al Femminile”?

Lo trovo ben organizzato, costruito e amministrato, soprattutto trovo che sia una bella comunità di interazione. Piacevole.

E come il rispettivo sito “Cultura al femminile”?

È diverso dai vari siti e blog, rivolto al femminile e con tante tematiche differenti.

Gradevole nell’aspetto grafico, di facile consultazione e articoli interessanti, inoltre ottima la scelta di spaziare tra le varie argomentazioni senza rimanere fisse al tema libro.

Le donne possono leggere e consultare le varie rubriche e ritrovarsi.

Esiste, a tuo avviso, una letteratura al femminile?

Non so se esista davvero una cultura tutto al femminile, probabilmente sì, vuoi per le tematiche prettamente femminili e gli argomenti, ma non è detto che da quel mondo, il genere maschile sia escluso.

Quale grande donna ammiri e perché? Sono ammessi anche più nomi.

Come dicevo prima, la donna che ammiro è senz’altro Oriana Fallaci.

Mi piace il suo modo di essere, fuori dagli schemi e credo sia stato un valore aggiunto al genere femminile.

Altri nomi? Ci sono molte autrici che ammiro e sento vicine e stimo, ma quello è l’unico nome che mi sento di fare, per l’importanza data dal suo “personaggio” al mondo.

Le parole possono cambiare il mondo?

Assolutamente sì.

Una parola mal detta per offendere può fare più male di uno schiaffo.

Quest’ultimo lascia un rossore destinato a svanire, la parola rimane scolpita nelle memorie delle persone.

In ogni caso, nel bene e nel male, sì, credo che possano cambiare il mondo.

 

Emma Fenu

Nata e cresciuta respirando il profumo del mare di Alghero, ora vivo, felicemente, a Copenhagen, dopo aver trascorso un periodo in Medio Oriente. Sono Laureata in Lettere e Filosofia e ho, in seguito, conseguito un Dottorato in Storia delle Arti. Scrivo per lavoro e per passione. Mi occupo da anni di storia delle Donne, critica, letteratura al femminile e iconografia di genere; tengo un corso di scrittura creativa; recensisco libri, intervisto scrittori; organizzo e partecipo ad eventi culturali; gestisco siti e blog dedicati al mondo della cultura, fra cui "Cultura al Femminile".Ho pubblicato un saggio, "Mito e devozione nella figura di Maria Maddalena", un romanzo - inchiesta, "Vite di Madri. Storie di ordinaria anormalità", sul lato oscuro della maternità, racconti, fiabe e poesie e una saga familiare, "Le dee del miele", che si snoda in una Sardegna intrisa di mito e memoria, dove sono le donne le custodi della vita e della morte. Scrivo fiabe, racconti e collaboro per varie antologie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *