“Un secondo lungo una vita” di Lisa Molaro

“Un secondo lungo una vita” di Lisa Molaro

Recensione di Francesca Gnemmi

copertina-un-secondo-lungo-una-vita

Quanto dura una vita? Quanto occorre perché venga strappata dalle nostre mani?

Anni, mesi, giorni, minuti. Un secondo. E tutto quello che rimane è l’ombra di noi stessi.

Beatrice è un raggio di sole che illumina le giornate di coloro che le stanno accanto. Fiori che profumano di giovinezza, nuvole impalpabili che ombreggiano nella calura della primavera della vita.

È un tenero bocciolo appena schiuso che guarda fiducioso verso il domani e attende di raccogliere le promesse mature di un futuro intriso di gioia e affetto.

Nella danza dell’amore fluttua in aria per poi lasciarsi cadere e posarsi su un frutto dolce e appetitoso.

Un salto che si trasforma in vortice e trascina giù, sempre più in basso, demolendo certezze e speranze. Una caduta che si prende tutto e non lascia che vuoto e dolore.

“Sei gelo, sei ghiaccio e io scivolo davanti alla porta del tuo cuore senza riuscire a fare rumore.”

Una scrittura matura e consapevole quella di Lisa Molaro che, attraverso un percorso nella notte del proprio animo, scopre che, nonostante tutto esiste ancora la luce. Fioca, timida e appena tiepida, ma pur sempre chiara.

“Fuori, l’apparenza della luce. Dentro il buio.”

Gocce di pioggia stemperano rabbia, amarezza, dolore. Lavano via la patina che offusca i ricordi più belli, quelli da conservare nell’angolo più nascosto e puro del cuore. Quelli che fanno piangere di dolore e ridere di gioia. Quelli da non dimenticare, affinché l’amore non si assopisca fino a svanire come polvere al vento.

Anneghiamo nelle gocce di pianto. Un pianto di liberazione, di accettazione. Poiché l’accettazione è il sentimento che permette di continuare a vivere.

Una vita persa. Una ritrovata.

“Una lacrima e tu dentro di lei.”

Sinossi

Beatrice vive dentro a una bolla di sapone: ha una famiglia in cui regna l’armonia, un fidanzato che ama e da cui è ricambiata, ha molti amici ed è sempre sorridente.

Beatrice è fortunata, non sa cosa voglia dire “soffrire”: dentro alla sua bolla respira solamente amori totalizzanti; si muove leggera e crede nell’allegria.

Ma cosa può capitare se d’improvviso, in un solo secondo infernale, la punta di un ago sfiora l’evanescenza fragile della bolla di sapone?

Tutto può rompersi, tutto può disperdersi, tutto può smarrirsi!

I colori potrebbero cambiare, tinte pastello potrebbero diventare tonalità talmente accecanti da non poter essere guardate; piedi capaci di camminare solamente su superfici lisce potrebbero essere incapaci di camminare sulla ghiaia.

In un battito di ciglia tutto può capovolgersi. In un secondo si nasce e si muore; in un secondo ci si può perdere o ritrovare.

Quanto sarà difficile, per Beatrice, ricominciare a ridere? Riuscirà a riguardare in faccia la vita?

Non un romanzo rosa, non un romanzo di solo dolore: un viaggio all’interno delle emozioni.

Autore: Lisa Molaro
Titolo: Un secondo lungo una vita
Editore: Youcanprint
Genere: narrativa
Anno pubblicazione: 2015
Pagine: 128
Link acquisto             http://www.amazon.it/Un-secondo-lungo-una-vita-ebook/dp/B019YSEZFY/ref=sr_1_1?s=digital-text&ie=UTF8&qid=1462108166&sr=1-1&keywords=lisa+molaro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *