Incontro tra i baobab

Incontro tra i baobab

di Marina Fichera

Tramonto a Kubu Island

Nell’agosto del 2013 ero in Botswana per un safari fotografico.

Una delle ultime tappe fu Kubu Island, un bianco sperone di roccia ricoperto di rossi baobab, perso in un abbacinante deserto di sale.

Un luogo incredibilmente bello, anche se non c’era acqua, né bagni, né un riparo. C’erano solo sale, sabbia e baobab. C’erano “solo” il silenzio del vento che taglia l’aria, un tramonto rosso come la lava e una volta di stelle da togliere il fiato.

L’area è gestita da una cooperativa locale che ne organizza la visita guidata, obbligatoria e a pagamento. La nostra guida si presentò la mattina prestissimo. Una sorridente signora un po’ sovrappeso, con la pelle color ebano e una divisa color verde militare completata da un buffo cappellino.

Mentre circumnavigavamo a piedi l’isola la signora ci raccontava con entusiasmo incredibili storie e leggende della terra d’Africa, mostrandoci poche pietre accatastate – un tempo altari sacri – che a noi italiani facevano un po’ tenerezza.

Poi gli argomenti terminarono e la sua curiosità si rivolse verso di noi e, tra gli altri, verso di me. Lei, pelle ebano, rotondetta, io, pelle d’avorio, magra, ci guardavamo incuriosite.

Iniziò a farmi alcune domande in inglese.

Baobab al tramonto
“Con chi sei qui?” – “Nessuno

“Come, non sono tuoi amici questi?” – “Veramente li ho conosciuti una settimana fa”

“Hai figli in Italia?” – “No”

“E un marito ce l’hai?” – “No”. Era sempre più confusa e perplessa.

“Ti piace qui?” – “Si, molto” Credo pensò che almeno a questa domanda avevo risposto correttamente.

“E perché scatti tante foto?” – “Per serbare un ricordo”

“E per mostrarle ai tuoi amici in Italia!”, e si girò per spiegare di altri sassi.

Eravamo lì, su quell’infinito mare di sale, due donne completamente diverse eppure, in fondo, profondamente uguali.

Due esseri umani che cercano nell’incontro con l’altro il loro riflesso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *