“Mille giorni d’inverno” di Daniela Nardi

“Mille giorni d’inverno” di Daniela Nardi

Recensione Francesca Gnemmi

Giorni grigi in una città fatta ormai di polvere e macerie.

Suona la sirena del terrore. Ritorna la paura dei bombardamenti, ancora e ancora.

Vite annientate, vite spezzate. Sopravvissuti ai quali non rimane altro che aggrapparsi a una debole speranza. Forse arriverà, un giorno, l’ultima alba di un conflitto crudele, che ha portato morte e distruzione ovunque.

Luoghi dove casa non è più un posto sicuro.

I centri abitati si sfollano e migliaia di persone si mettono in viaggio verso le campagne, per sfuggire alla desolazione e provare ad appropriarsi di una quotidianità semplice e vagamente normale.

“Il paese sembrava spolverizzato di una luce soffusa; le case dai muri scorticati e le finestre dalle imposte buie hanno assunto una loro dignità, come gli abitanti vestiti di panno nero.”

Così era il nostro Paese dopo la controffensiva degli alleati. Una liberazione costata perdite e dolore.

Daniela Nardi ha saputo narrare in uno stile semplice ma incisivo una passato comune e di esso i sentimenti e i drammi che hanno ammalato l’animo umano. Una penna delicata e allo stesso tempo vibrante, che cavalca un periodo storico complesso e non semplice da affrontare.

La storia della famiglia Serrano assomiglia un poco ad altre storie, perché tanti sono stati coloro che vissuto la guerra nella sua più terribile realtà.

La povertà, gli stenti, gli umili sogni si scontrano con un nemico che si insinua tra la gente mascherando i suoi veri intenti.

Giorni freddi come un inverno che non conosce fine.

Un’ombra scura e minacciosa osserva da lontano. Avvolge nel suo gelido manto e stritola, illudendo di farlo per infondere calore. Ormai è troppo tardi, per la vittima non c’è speranza.

“Arrivano in piccoli gruppi di due o tre, a loro modo per non dare nell’occhio e mantenere una parvenza di normalità; arrivano su camionette o in motocicletta, spinti dalle necessità, come i lupi di notte ai margini dei campi.”

Sinossi

Seconda guerra mondiale: Mari Serrano e la sua famiglia sono costretti a lasciare La Città per il piccolo paesino di Valliani. Combatteranno con fame e ansie, atrocità e delitti durante i terribili giorni d’occupazione nazista.

Autore: Daniela Nardi

Titolo: Mille giorni d’inverno
Casa editrice: Lettere animate
Genere: romanzo storico
Anno di pubblicazione: 2016
Pagine: 100

Link

https://www.amazon.it/Mille-giorni-dinverno-Daniela-Nardi-ebook/dp/B01A6BZPQQ/ref=sr_1_1?s=books&ie=UTF8&qid=1476433710&sr=1-1&keywords=mille+giorni+d%27inverno

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *