“Cyborg 1.0” di Roberto Serafini

“Cyborg 1.0” di Roberto Serafini

Recensione di Franca Adelaide Amico

Cyborg

Vi è mai capitato di incontrare un Cyborg, sì, un Cyborg, un robot… un androide con cui interagire, chiacchierare, stare seduti al bar… un Cyborg che possa intervenire quando ne avete bisogno, che vi curi, vi assista e che, addirittura, prevenga ogni vostro disagio o malessere… no?

Dite che non lo avete mai incontrato e che, addirittura, sarebbe impensabile una simile ipotesi?

Vi confesserò, anch’io pensavo fino a qualche settimana fa, quello che in questo momento frulla nella vostra testa… fino a quando… non mi sono imbattuta in… Venus.

Roberto Serafini, creatore di questo enigmatico e complesso personaggio, mostra un interesse profondo nei confronti  di una materia controversa e difficile quale può essere il tentativo di una nuova creazione, quella di Cyborg che partecipano dell’umano e della macchina insieme.

Il  romanzo di Roberto Serafini, Cyborg 1.0, ci mostra un futuro in cui esseri umani e sofisticatissimi robot coesisteranno e, in una pacifica cooperazione, renderanno il mondo un posto in cui la vita potrà scorrere forse più serena, facile senza dubbio.

Ci sentiamo attratti dalle minuziose descrizioni, frutto di una mente esperta e preparata, ci sentiamo attratti dalla disinvolta “umanità” della nostra Venus, macchina e donna insieme.

Profondamente realistica e concreta una narrazione fantascientifica che, paradossalmente, di realistico dovrebbe avere ben poco e che, invece, si arricchisce di elementi tratti dalla realtà quotidiana.

Tutto è immancabilmente necessario nell’opera del nostro Roberto Serafini… anche determinate scene truculente, che rasentano lo splatter, hanno una ragion d’ essere.

Perciò invito i lettori facilmente impressionabili a superare lo”scoglio” del sesto capitolo… capirete il perché.

Non voglio aggiungere altro.

È un libro da leggere. Merita.

Bravo, Roberto Serafini!

Sinossi

Cambridge, 20 giugno 2020.
Nel giorno della sua laurea, John Miller deve affrontare due eventi drammatici che lo cambieranno per sempre.
Philadelphia, 21 ottobre 2030.
La Cyborg Corporation si prepara a lanciare sul mercato una nuova generazione di androidi, progettati dall’ingegnere John Miller.
Il prototipo Venus sembra pronto per fare il suo ingresso tra il mondo degli umani. Mancano solo alcuni test finali, che vuole condurre John personalmente.
Per questo trascorrerà alcuni giorni da solo con la sua creatura.

Titolo: Cyborg 1.0
Autore: Roberto Serafini
Edizione: Youcanprint 2014
Link d’acquisto:

https://www.amazon.it/Cyborg-1-0-Roberto-Serafini-ebook/dp/B00LG83TBW/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1483962645&sr=8-1&keywords=roberto+serafini

Emma Fenu

Nata e cresciuta respirando il profumo del mare di Alghero, ora vivo, felicemente, a Copenhagen, dopo aver trascorso un periodo in Medio Oriente.

Sono Laureata in Lettere e Filosofia e ho, in seguito, conseguito un Dottorato in Storia delle Arti.
Scrivo per lavoro e per passione.
Mi occupo da anni di storia delle Donne, critica, letteratura al femminile e iconografia di genere; tengo un corso di scrittura creativa; recensisco libri, intervisto scrittori; organizzo e partecipo ad eventi culturali; gestisco siti e blog dedicati al mondo della cultura, fra cui “Cultura al Femminile”.

Ho pubblicato un saggio, “Mito e devozione nella figura di Maria Maddalena”, un romanzo – inchiesta, “Vite di Madri. Storie di ordinaria anormalità”, sul lato oscuro della maternità, racconti, fiabe e poesie e una saga familiare, “Le dee del miele”, che si snoda in una Sardegna intrisa di mito e memoria, dove sono le donne le custodi della vita e della morte. Scrivo fiabe, racconti e collaboro per varie antologie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *