“L’arte dell’inganno” di Francesco Nobile

“L’arte dell’inganno” di Francesco Nobile

Recensione di Altea Alaryssa Gardini

inganno

La mia avventura all’interno de “L’arte dell’inganno” è iniziata in uno strano giorno: le nuvole arrivavano da lontano, coprivano tutta la terra preparando un salto al di là di quello che è comprensibile allo scibile umano.

Alcune ferite sono profonde, il tempo non può ricucire tutto e rimettere insieme i pezzi di un vetro che è, ormai, fossile di lame di madreperla non è la cosa giusta da fare.

Ho deciso di intraprendere il cammino del giovane mago Gabriel, durate il cammino abbiamo conosciuto quelli che sono diventati compagni di viaggio, nuovi amici e sfaccettature di quello che l’animo umano custodisce.

Alon, seguace di Naim, è capace di risanare le ferite ma, come il tempo, ne paga il prezzo assorbendo e analizzandone l’insegnamento.

Si impara  veramente da quello che si ripete o si perde la voglia di fare domande e si soccombe?

Con noi si è incamminato anche Dimab, abile guerriero che ci ha resi testimoni del fatto che un solo filo d’erba in un roveto può essere la motivazione che ti spinge ad andare avanti ed avere quello che vuoi.

Attraverso le difficoltà ed i mille impedimenti di una missione che non è tua si può trovare amicizia e la risposta alle proprie domande.

Il mondo è in grave pericolo: i Brumaghir stanno arrivando, coloro che hanno sempre popolato gli ancestrali timori di tutti i regni, ma questa volta stanno architettando qualcosa di molto elaborato e pericoloso.

L’ombra si sta diffondendo e i segreti sussurrano tra le mura di castelli insieme alle forti raffiche di venti di guerra.

Se si sceglie di dimenticare, di sopire i propri demoni si rischia di venire spazzati e distrutti.  Ci sono animi che devono trovare pace e la forza per combattere ancora. Ardrian, il paladino caduto di Naim, si troverà sull’orlo del baratro che lo riporterà verso il se stesso che aveva lasciato tra le alte fiamme che lo avevano derubato dei suoi ideali e sogni. In arrivo c’è anche la sua guerra, combatterà?

La priorità di tutti noi è: scoprire dove la regina Lia Rennal è stata condotta dopo essere stata rapita e riportarla Terranova il più in fretta possibile.

Terranova non deve cadere.

La cosa che mi ha molto colpito in questo volume è il minuzioso impegno di questo autore: le descrizioni sono molto curate, ogni particolare non è lasciato al caso e persino le minuzie sono state calibrate rendendole credibili e funzionali.

Ho adorato questa avventura e la scrittura di Francesco Nobile, spero di sentire di nuovo parlare di loro presto.

Sinossi

Il giovane mago Gabriel Dast ha una missione, ritrovare la maga Lia Rennall, sovrana del vicino stato di Terranova, e impedire la guerra.
Al fianco di Gabriel ci saranno il cavaliere Alon Chane, dotato di capacità curative sovrannaturali, e il guerriero senza macchia Dimab Browne.

Sulla loro strada incontreranno i Brumaghir, un feroce popolo guerrafondaio che custodisce una temibile arma segreta: ampolle esplosive in grado di frantumare la roccia.
Tra duelli magici, imboscate, scontri in mare e terre esotiche, il gruppo andrà incontro al suo destino, non senza l’inaspettato aiuto di un paladino rinnegato.

Scheda libro:
Titolo: L’arte dell’inganno
Autore: Francesco Nobile
Editore: Astro edizioni
Anno: 2016
Genere: Fantasy
Pagine: 247

Link all’acquisto:

https://www.amazon.it/Larte-dellinganno-Francesco-Nobile-ebook/dp/B01IUMZ89C/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1484048089&sr=8-1&keywords=francesco+nobile+l%27arte+dell%27inganno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *