“Il tempo delle lucciole” di Francesca Gnemmi

“Il tempo delle lucciole” di Francesca Gnemmi

Recensione di Anna Maria Brattoli

il tempo delle lucciole

Serate gelide riscaldate dal tepore di un libro. Parole scorrono lentamente. Goccia a goccia.

Raccontano una vita, anzi no. Più vite.

Emma, ti ho appena salutata nelle ultime pagine di un romanzo incantato qual  è Il tempo delle lucciole, e già mi manchi.

Ti ho vista nascere, crescere, diventare donna grazie alla penna sapiente di Francesca Gnemmi; la tua immagine non è evanescente. Viva e forte alberga in me, dolce amica.

Scorre nella mia mente l’immagine di una bambina che corre nei prati, un turbine di allegria e ottimismo che si arresta in prossimità di un muretto, un posto in cui restare indisturbata per ore, per poi tornare nell’abbraccio caldo del vorticoso affetto di una famiglia allargata.

Una discutibile decisione, un’imposizione, e la vita si spacca in due.

Sento nel mio stomaco la tua angoscia mentre, davanti all’uscio di un collegio, sei disillusa da chi avrebbe dovuto essere il tuo sostegno. Un padre, un mito da guardare con nuove lenti. Da bambina affranta di fronte a un’ingiustizia, a donna consapevole della meschinità dell’uomo.

Crescere è anche vedere la realtà con nuovi occhi.

Desiderio di libertà e determinazione sono tue caratteristiche. Le stesse che ti spingono a ricominciare daccapo ogni volta, anche quando tutto sembra perso.

Sostegno dolce e forte nella tua ricerca di giustizia e verità. Luce, per gli occhi color miele di tua madre Bianca.

Emma, sorriso etereo e sguardo vispo. Animo autentico.

Una donna, come noi.

La storia di una famiglia, come tante.

Sinossi

1915 l’Italia entra in guerra. Tre anni di scontri che lasceranno profonde cicatrici nel nostro paese, famiglie distrutte, altre riunite. Un uomo stanco e provato si ferma davanti al cancello di casa Montali, nella pianura parmense; scorge una bimbetta dallo sguardo vivace e l’espressione curiosa. Riconoscerebbe quegli occhi ovunque. Emma sa che quello è il suo papà, assomiglia un poco alla fotografia che sua madre le mostra quando parla di lui. Corre ad abbracciarlo, per la prima volta. Tra i due nasce un rapporto esclusivo, che nel tempo si trasformerà in conflitto. Una battaglia silenziosa e dolorosa tra un padre padrone e la sua unica figlia, che segnerà la crescita di una giovane donna, forte e determinata a proteggere se stessa e sua madre, per ritrovare il sorriso e il suo posto nel mondo. 

Il tempo delle lucciole – Scheda

Titolo: Il tempo delle lucciole
Autrice: Francesca Gnemmi
Genere: Romanzo
Edizione: Silele edizioni
Anno: 2015
Pagine: 490

//www.amazon.it/tempo-delle-lucciole-Francesca-Gnemmi/dp/8899220190

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *