Buck e il terremoto di Autori vari Amici di Buck


Buck e il terremoto di Autori vari Amici di Buck

recensione a cura di Ferlisi Maria Lucia

Buck e il terremoto è una raccolta di 18 brevi racconti, il cui protagonista spesso è un cane.

L’idea di questo libro è nata dall’intenzione ben precisa di aiutare il Centro Italia, così duramente colpito dal terremoto e precisamente Amatrice ed Accumoli.

Attraverso la vendita di questa raccolta, il ricavato sarà devoluto, interamente, alla Croce Rossa Italiana, per sostenere le aree interessate dal terremoto devastante del 2016.

Un gruppo di scrittori, entusiasti da questo progetto, si è messo all’opera regalandoci dei racconti brevi o brevissimi legati da un filo rosso: la speranza.

Ogni racconto di Buck e il terremoto è pervaso dalla SPERANZA, questa importantissima emozione, che ha il compito di proteggerci e di aiutarci nei momenti più disperati della nostra vita.

La speranza ci aiuta, ci sorregge, ci fa sperare fino alla fine, fino all’impossibile che anche dalla più terribile disgrazia, si può uscirne. Un’ancora a cui ci aggrappiamo, come naufraghi, nelle condizioni più difficili, l’unica arma che ci sostiene e ci ridà vita, come nuova linfa per un futuro migliore.

Tutti i racconti sono pervasi dalla speranza, ed è il messaggio che ogni scrittore ci vuole trasmettere, a noi che leggiamo, e a chi è stato duramente colpito.

In questo difficile compito si è anche cimentata Sonia, una bambina di soli 10 anni, “non ci fermeranno gli anni”, anche lei nel racconto di Balu’ ci rincuora con l’affettuoso protagonista a quattro zampe.

In alcuni racconti del libro “Buck e il terremoto” l’esperienza devastante del terremoto è viva e presente, la percepiamo, la viviamo, come se le vibrazioni devastanti ci circondassero lasciandoci senza respiro, come i protagonisti delle storie.

“questi sono mattoni che sbriciolano tra brandelli di pavimento. Non era così che volevo morire… e il tempo si era congelato, scandito solo dalle vibrazioni metalliche.”

“scosse appena impercettibili e scosse più violente, che gli infilavano i detriti sempre più in profondità delle carni.

Frasi potenti, descrizioni vere, che sbigottiscono, impauriscono e ci lasciano senza parole.

Come il silenzio che segue sempre il terremoto, quando l’evento si è concluso, non hai parole, non comprendi più dove sei, non sai se sei ancora vivo, intorno a te vedi solo macerie, polvere e silenzio di chi è rimasto intrappolato tra i detriti.

Silenzio.

Buck ed il terremoto ci regala una vita, un sorriso, una preghiera, una speranza in ogni racconto.

Per ogni fine c’è sempre un inizio ed è così, ogni autore ha saputo trasformare la morte di alcuni in una sorta di resurrezione per altri, o per il protagonista stesso.

Accanto ai protagonisti umani, abbiamo anche storie legate a dei meravigliosi cani, Buck, Balu’, Bosco, Uh, Pippo.. Anche loro impegnati in questa lotta contro il tempo che è insita in ogni terremoto.

“Odore di caucciù. Di erba e croccantini, di terra, dei calzini di Claudio. È lei. È senz’altro lei! Comincio a grattare il cemento, sposto solo pochi ciottoli e polvere. Non dimentichiamoci che sono di taglia piccola! Cerco un varco, un’apertura qualsiasi che mi permetta di intrufolarmi. Annuso ancora e sento un odore chimico,shampoo per capelli, e sangue. E urina. Odori che non riconosco. Sento muoversi qualcosa. C’è un piccolo pertugio e mi ci infilo con la testa, continuando a grattare.”

Questi fratelli, a quattro zampe, dell’uomo che nonostante il terremoto, cercano, scavano, grattano, instancabili, in cerca di vita, e sanno riconoscere con precisioni tutti gli odori.

“Io sento quel battito inconfondibile che mi guida e mi fa scavare. Sono nata e cresciuta per questo”

“odore di lacrime salate, di saliva ormai asciutta. Sento l’odore della paura.”

Ecco i nostri cani sono questo, perché loro amano, forte, indistintamente e non smettono di cercarci, il loro

“amore non crolla”

Mai.

Dopo aver letto questi racconti vi sentirete bene, perché gli autori hanno centrato il messaggio, voluto da chi ha coordinato e curato questo libro. A me, il  messaggio è arrivato, chiaro e preciso. adesso tocca a voi quando lo leggerete.

L’amore non crolla, quando è sostenuto dalla speranza.

E noi tutti abbiamo il dovere civile di sostenere questa iniziativa.

Un grazie va alla curatrice del libro Buck e il terremotoSerena Bianca De Matteis, e a tutti gli autori: Sonia Anzani, Daniele Savi, Arianna Corsini, Deborah Leonardi, Grazia Gironella, Gaspare Burgio, Nadia Banaudi, Giuliana Leone, Paolo Cestarollo, Marco Amato, Massimiliano Enrico, Michele Scarparo, Alessia Savi, Serena Bianca De Matteis, Rosa Oliveto, Sandra Faè, Velma J. Starling, Silvia Algerino, Sara Gavioli, Elisa Riddo, Samantha de Matteis.

https://www.amazon.it/Buck-Terremoto-Racconti-Quattro-Zampe/dp/153967696X

Buck e il terremoto

Scheda libro
Titolo: Buck e il terremoto
Autore: Amici di Buck
Pagine: 103
Vendita esclusiva su Amazon

2 commenti:

  1. Grazie per questa bellissima recensione che ha colto in pieno le intenzioni. Grazie davvero di cuore a nome di tutto il branco e dei suoi protagonisti indiscussi a quattro zampe.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *