“Fiore” di Angela Villani

“Fiore” di Angela Villani

recensione di Emma Fenu

Fiore

Fiore che sboccia.

Margherita delicata, che racchiude il sole dentro la propria candida corolla, Fiore è una bambina dai riccioli scuri e dagli occhi grigi che vive nel proprio mondo familiare sentendosi sicura e protetta, anzi essendo un punto di riferimento per il gemello Dario, il quale manifesta difficoltà di relazione e comunicazione.

Fiore che profuma.

Rosa rossa e carnosa, dallo stelo ricoperto di spine, Fiore è una ragazza con il cappuccio calato sulla testa e con molti sogni che scopre la doppia vita del padre e assiste al frantumarsi della bolla sicura dell’infanzia, per confrontarsi con un genitore che è anche uomo imperfetto.

Fiore che appassisce.

Orchidea violata e calpestata, dai petali straziati, Fiore è una giovane donna con il tubino nero orlato di pizzo o con il maglione informe e colorato che si scontra con la disillusione amorosa e con l’insano desiderio di possesso e controllo di un uomo violento, che lei credeva essere il principe azzurro.

Fiore che rinasce.

“Per fare tutto ci vuole un fiore”, ecco quanto recita, nell’epilogo, una canzone che apprendiamo fin da bambini.

La capacità di risalita e di salvezza, infatti, appartengono a Fiore, la protagonista dell’omonimo romanzo di formazione di Angela Villani, che si racconta al lettore in prima persona, come attraverso un diario segreto nelle cui pagine ripercorre le tappe della propria vita e la presa di coscienza di una forte identità di donna.

Sinossi

La storia, narrata in prima persona da Fiore, si sviluppa attraverso il recupero memoriale, in uno spazio in cui la bellezza di Polignano, Torino e Londra fa da sfondo alla vicenda.

Nel tempo si condensano episodi che, nel ricordo, rivelano il loro peso specifico.

Sono i tasselli di un mosaico che, finalmente, può ricomporsi.

L’asse portante della storia è l’intenso rapporto d’affetto e complicità che c’è tra Fiore e il fratello Dario, entrambi adolescenti alla ricerca di sé.

Scopriranno l’amore: Dario conoscerà il vero sentimento grazie ad Alessandro e verrà appoggiato incondizionatamente da Fiore.

La ragazza invece andrà incontro ad una forte delusione: l’incontro con John rischierà di avere un epilogo drammatico.

Fiore si salverà, e la sua voce non verrà messa a tacere, come le tante voci di donne strappate alla vita e divenute casi di ordinaria follia.

Titolo: Fiore
Autore: Angela Villani
Edizione: Schena Editore, 2017
Link d’acquisto:
https://www.amazon.it/Fiore-Angela-Villani/dp/8868061465

Emma Fenu

Nata e cresciuta respirando il profumo del mare di Alghero, ora vivo, felicemente, a Copenhagen, dopo aver trascorso un periodo in Medio Oriente.

Sono Laureata in Lettere e Filosofia e ho, in seguito, conseguito un Dottorato in Storia delle Arti.
Scrivo per lavoro e per passione.
Mi occupo da anni di storia delle Donne, critica, letteratura al femminile e iconografia di genere; tengo un corso di scrittura creativa; recensisco libri, intervisto scrittori; organizzo e partecipo ad eventi culturali; gestisco siti e blog dedicati al mondo della cultura, fra cui “Cultura al Femminile”.

Ho pubblicato un saggio, “Mito e devozione nella figura di Maria Maddalena”, un romanzo – inchiesta, “Vite di Madri. Storie di ordinaria anormalità”, sul lato oscuro della maternità, racconti, fiabe e poesie e una saga familiare, “Le dee del miele”, che si snoda in una Sardegna intrisa di mito e memoria, dove sono le donne le custodi della vita e della morte. Scrivo fiabe, racconti e collaboro per varie antologie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *