“Il ragazzo nuovo” di Tracy Chevalier

“Il ragazzo nuovo” di Tracy Chevalier

Recensione di Emma Fenu

ragazzo

Questa storia si svolge in un giorno soltanto, una manciata di ore nella tarda primavera del 1974.

Questa storia si svolge in un luogo soltanto, Washington DC, più precisamente in una scuola, con cortile annesso, in cui, oltre alle lezioni, si intrecciano esperienze, relazioni e equilibri.

Questa storia racconta l’evolversi di un dramma che coinvolge tutti i protagonisti nella stessa trama, come catturati nella rete di un ragno.

Tracy Chevalier, rispettando perfettamente il canone aristotelico, il quale prevede unità di tempo, luogo e azione nella struttura della tragedia, aderisce al progetto di attualizzazione delle opere di Shaskepeare con un romanzo breve e molto intenso: Il ragazzo nuovo, edito da Rizzoli nel 2017.

Fin dal sottotitolo, è svelato al lettore il chiaro riferimento a Otello e i personaggi hanno nomi che, con una o più lettere iniziali, coincidono con quelli ben noti del classico della letteratura universale.

Mi limito a citare i tre principali: Osei è Otello; Dee è Desdemona; Ian è Iago.

Osei, tredicenne figlio di un diplomatico ghanese e costretto, pertanto, a cambiare nazione e continente molto di frequente, giunge in una scuola composta solo da studenti bianchi e si invaghisce, corrisposto, della intelligente e bella Dee, da tutti ammirata.

L’adolescenziale attrazione fra i due fa emergere il substrato culturale di razzismo, insito perfino nei docenti e nei genitori, e scatena le ire del bullo, Ian, che metterà a punto un piano per far ingelosire il ragazzo nuovo, appena arrivato e già divenuto  un leader.

Tracy Chevalier, con grande capacità, svela il punto di vista di più personaggi, raccontando i medesimi fatti dalle varie angolazioni: questo stratagemma narrativo consente al lettore di comprendere le emozioni espresse in modo estremo e totalizzante.

Nell’età in cui amicizia e amore sono una giostra in corsa e le relazioni interpersonali sono gestite secondo logiche primordiali, infatti, i drammi si consumano in fretta e tragedia e commedia si fondono.

Un romanzo ben riuscito, coinvolgente, educativo e socialmente impegnato che rende l’Otello di Shakespeare estremamente attuale.

Sinossi

L’Otello di Tracy Chevalier.

Un progetto internazionale in cui celebri autori contemporanei riscrivono le opere più amate di William Shakespeare.

È quasi estate, la scuola sta per finire.

Ma per Osei Kokote, tredici anni, figlio di un diplomatico ghanese, è il primo giorno in un nuovo istituto, nell’ennesima città in cui si trova circondato da visi sconosciuti. Stavolta i suoi compagni sono solo ragazzini bianchi.

E quando Osei mette piede nel cortile, quel mattino, con gli alunni tutti in fila, in attesa che la campanella dia inizio alle lezioni, per un attimo a muovere l’aria sono soltanto le domande sussurrate a mezza bocca e le occhiate diffidenti.

Per sua fortuna troverà presto un’alleata in Dee, la ragazzina più popolare della scuola, la biondina che tutti vorrebbero come amica.

La complicità tra loro è immediata: un sentimento che nasce e cresce improvviso, talmente intenso da sollevarsi in volo come un globo di luce in un giorno uguale agli altri, ma al tempo stesso un sentimento troppo pulito e cristallino per non provocare invidie e reazioni malevole.

Tracy Chevalier, maestra della narrazione storica, ha scelto di ambientare un nuovo Otello nell’America degli anni Settanta, all’interno del cortile di una scuola periferica di Washington DC, dove i ragazzini si fidanzano all’intervallo e si lasciano all’ora di pranzo.

Dove i loro gesti e giochi lasciano già trasparire gli insidiosi pregiudizi degli adulti. Tutto, in questo romanzo tragico, si svolge nell’arco di un solo giorno.

Che sembra poco, ma non lo è, per raccontare come la gelosia, le prevaricazioni e il tradimento possono comodamente stritolare un gruppo di amici e lasciare noi, sul finire del pomeriggio, ancora increduli e spaventati.

Titolo: Il ragazzo nuovo
Autore: Tracy Chevalier
Edizione: Rizzoli, 2017
Link d’acquisto:
https://www.amazon.it/Il-ragazzo-nuovo-Tracy-Chevalier-ebook/dp/B07179P7NN/ref=sr_1_1?s=books&ie=UTF8&qid=1498296234&sr=1-1&keywords=il+ragazzo+nuovo

Emma Fenu

Nata e cresciuta respirando il profumo del mare di Alghero, ora vivo, felicemente, a Copenhagen, dopo aver trascorso un periodo in Medio Oriente. Sono Laureata in Lettere e Filosofia e ho, in seguito, conseguito un Dottorato in Storia delle Arti. Scrivo per lavoro e per passione. Mi occupo da anni di storia delle Donne, critica, letteratura al femminile e iconografia di genere; tengo un corso di scrittura creativa; recensisco libri, intervisto scrittori; organizzo e partecipo ad eventi culturali; gestisco siti e blog dedicati al mondo della cultura, fra cui "Cultura al Femminile".Ho pubblicato un saggio, "Mito e devozione nella figura di Maria Maddalena", un romanzo - inchiesta, "Vite di Madri. Storie di ordinaria anormalità", sul lato oscuro della maternità, racconti, fiabe e poesie e una saga familiare, "Le dee del miele", che si snoda in una Sardegna intrisa di mito e memoria, dove sono le donne le custodi della vita e della morte. Scrivo fiabe, racconti e collaboro per varie antologie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *