Il meraviglioso mago di Oz di L. Frank Baum

Il meraviglioso mago di Oz di L. Frank Baum

Recensione di Viola Carrara

Il meraviglioso mago di Oz di L. Frank Baum. La recensione

Dorothy è una dolce bambina rimasta orfana che vive con lo zio Henry e la zia Em a cui è molto affezionata, nelle grigie praterie del Kansas. Un giorno un grosso ciclone spazza via la loro piccola casetta con Dorothy e il suo cagnolino Toto che vi rimangono intrappolati, mentre il ciclone li trasportaall’interno della sua gola facendoli rimanere sospesi nel cielo per una lunga notte.

L’indomani i due atterrano nel mondo di Oz, capeggiato da un potentissimo mago dall’aspetto mutevole che nessuno dice di aver visto mai. Durante l’atterraggio la casa uccide la Strega cattiva dell’Est, così che quando Dorothy incontra i Biascichini, questi piccoli abitanti vestiti di azzurro le rivolgono tutta la loro gratitudine.

Sulla strada verso il Grande Mago la nostra piccola bambina incontrerà degli affidabili e gentili compagni di viaggio, dai quali non riuscirà più a separarsi, ma anche mostri, Streghe e animali malvagi che vorranno ostacolarla.

Immersi in un favoloso paesaggio di foreste, fiumi, distese rocciose, praterie di papaveri soporiferi e paesini di porcellana, fino ad arrivare alla Città di Smeraldo dove incontreranno il grandioso e astuto Mago di Oz, i quattro compagni d’avventure avranno modo di esprimere i loro più profondi sentimenti e trovare il coraggio che non credevano di avere.

Dorothy è un eroina fatta di pane e dolcezza, ma anche, per tutto il tempo, determinata a raggiungere il suo obiettivo: tornare a casa dalla zia Em e dallo zio Henry, che saranno terribilmente preoccupati per lei.

Un avventura si dispiega nel buio come tutte le prove della vita che ci fanno misurare con la nostra bontà, con la cattiveria, la determinazione e la paura, e così anche Dorothy, accompagnata dai suoi amici premurosi, ognuno alle prese con il proprio desiderio da realizzare, camminano fianco a fianco senza indugio e imparano ben presto che ogni passaggio nasconde difficoltà e che le difficoltà mettono a nudo la più grande delle forze, quella interiore, che verrà sempre premiata.

Immersi nella lettura ci lasciamo toccare da una delicatezza senza fine, paragonabile solo alla fantasia di un bambino, intrisa di spensieratezza. Ogni volta che le loro sorti mutano, si trasformano anche i loro desideri, perchè questi piccoli eroi si fanno guidare da un sacro e primitivo spirito di fratellanza.

L. Frank Baum

L. Frank Baum (1856-1919) è uno scrittore statunitense. Prese in eredità una tipografia, per un certo periodo diresse una catena di teatri di proprietà del padre e recitò anche come attore protagonista. Fu proprietario di un piccolo negozio, ma per la sua abitudine a fare credito ai clienti dovette chiudere. Anche il teatro, passione di tutta una vita, lo porto spesso alla rovina. Il meraviglioso mago di Oz usci nel 1900 ed ebbe un successo trionfale, lo stesso Baum negli anni successivi scrisse tredici romanzi ambientati nel mondo di Oz, ne rappresentò un adattamento a musical a Brodway per trecento volte. Altri autori continuarono la serie di Oz, tra cui Ruth Plumly Thompson che scrisse diciannove romanzi.

 

Il meraviglioso mago di Oz – la scheda

Titolo: il meraviglioso mago di Oz
Autore: Frank Baum
Genere: fantastico

Link di acquisto: https://www.amazon.it/Il-meraviglioso-mago-di-Oz/dp/8856616793/

 

La letteratura classica per ragazzi

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *