“L’amore è una sorpresa” di Maria Cristina Sferra

“L’amore è una sorpresa” di Maria Cristina Sferra

Recensione di Ilaria Biondi

cuore

Sonia

Il cielo affollato di sogni

mi conduce con lenta impazienza

all’attesa del giorno breve.

Un’alba nuova

di esili e curiose promesse

che si rifugiano caste

nel grembo delle stelle.

La voce ridente dei giorni a venire

è polpa succosa di colorati incanti.

Mi abbandono

– ingorda di stupori –

al respiro di un bacio

che le mie labbra giovani

e bianche

ancora ignorano.

Perdono gli errori del mio cuore fresco

mentre la mia mano arruffata

di gioie ingenue e trasparenti

abbraccia, complice

lo sguardo di perla e miele

della mia dolce mamma.

Agnese

La collana dei ricordi

si appende con palpebre nude

alla brezza azzurra e alla buccia di smalto smeraldino

di una collina che danza fra cielo e luna

dove

la mia anima

tace.

La farfalla turchina di un sogno

d’amore

mi conduce sulle ali della notte dorata

a dipingere la grazia eterna e silente

di una nuvola di papaveri e rugiada.

Eccomi

nell’ombra perfetta dell’erba ventosa

distesa sulla costellazione chiara

del mio atteso, agognato ritorno –

mentre un grappolo di germoglio di luce

riposa quieto

nel mio ventre pudico.

Marina

L’argento festoso del mare

si stringe muto

alle memorie tenaci

sepolte fra le rughe schiuse della mia pelle saggia.

Ghirlande di sogni

baci di luce

presagi di stelle

e spine antiche

nella catena segreta del cuore.

La mia fanciullezza di sole

è petalo ferito

che si arrese – mite

alle lacrime del vento.

Possa fiorire un nuovo autunno

nell’abbaglio bianco

di una conchiglia spoglia

che non dimentica il suono sacro

dell’onda d’amore.

 

Tre storie d’amore. Tre ritratti di Donna. Tre stagioni della vita.

Che sia nelle ampie volute del romanzo, nello spazio misurato del verso o, come qui, nel perimetro breve del racconto, Cristina Sferra riconferma quanto il tocco della sua penna sia colmo di garbo, grazia e delicata compostezza.

Una sfida, quella della narrazione breve, che l’autrice raccoglie e vince con raffinata maestria, mantenendo un efficacissimo equilibrio tra l’intensità della curva della storia, il peso scarnificato del testo e lo stile che indulge ad un consapevole eppur mai esibito lirismo.

Tre cuori, che non si arrendono all’inverno del cuore.

Tre anime, che con disarmante candore colgono preziosi granelli di luce, nel sentiero irto e tortuoso del chiasso quotidiano.

Tre storie da leggere e da assaporare, per volare insieme a Sonia, Agnese e Marina lassù, sulle nuvole, nella giovinezza trasparente di una vita che rinasce gioiosa ad ogni nuova aurora, nel guizzo inatteso dell’amore…

Veste, l’amore, un abito di velo e madreperla, danzando tacito nel chiaroscuro palpitante di un cuore mai sopito.

Sinossi

Tre protagoniste differenti, tre diverse età della vita, tre storie quasi vere. Sonia, Agnese, Marina. Tre donne che narrano di sé e parlano di tutte noi. Tre brevi racconti rosa per scoprire le meravigliose emozioni che il destino sa regalare. Perché l’amore è una sorpresa. Sempre.

Titolo: L’amore è una sorpresa
Autore: Maria Cristina Sferra
Genere: Racconti rosa
Editore: CreateSpace Independent Publishing Platform
Pagine: 62
Data edizione: 18 dicembre 2016

https://www.amazon.it/Lamore-Sorpresa-Maria-Cristina-Sferra/dp/1541199391/ref=sr_1_1_twi_pap_2?ie=UTF8&qid=1498917802&sr=8-1&keywords=l%27amore+%C3%A8+una+sorpresa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *