“Lei non deve sapere” di Giusy Amato

“Lei non deve sapere” di Giusy Amato

Recensione di Emma Fenu

sapere

Lei non deve sapere.

Neppure lui deve sapere.

Nessuno deve sapere.

Il romanzo di Giusy Amato, Lei non deve sapere, mischia sulla tavolozza giallo, nero e rosa e crea un quadro interessante delle dinamiche affettive e familiari, che non sempre sono esito di legami di sangue, e del rapporto d’amore che è spesso un rischio e un pericolo, in quanto ci si affida all’altro.

Ma il tema che maggiormente mi ha coinvolto è la menzogna che, come un gomitolo di lana ruvida, non cardata, dalle parole stampate si insinua, contorcendosi in spirali, fino alla gola del lettore.

Lei non deve sapere.

Neppure lui deve sapere.

Nessuno deve sapere.

Geraldine e Greg di innamorano. Sono giovanissimi, lei minorenne, e aspettano un bambino.

Geraldine, rifiutata dalla famiglia di lui e invitata ad abortire, decide di far perdere le proprie tracce e di non rivelare al proprio bambino, Peter, la verità sul padre.

I genitori di Greg, per farlo convolare a nozze con una ragazza da loro scelta, raccontano menzogne sul conto Geraldine.

Greg si sposa, ha una anche due figlie, ma non dimentica il suo primo amore, serbandolo nel segreto dell’anima.

Sono queste le premesse che porteranno ad un proliferare incontrollato di menzogne su menzogne, atte a difendere altrettanti segreti.

Ma la verità, anzi le verità, verranno progressivamente a galla, come cadaveri che emergono dall’acqua torbida di un passato che sembra essere comune a tutti i personaggi coinvolti nella vicenda.

Perchè un’incidente o forse un omicidio smuoverà la palude stagnante delle parole non dette per salvare un’innocente da colpe commesse da prima che nascesse,

Lo stile è corretto, la lettura è piacevole e, rispondendo alle esigenze di uno dei generi letterari che abbraccia, il giallo, è angosciante al punto giusto.

Personalmente non ho trovato il finale sorprendente.

Me lo aspettavo, ho raccolto tutte le tessere del puzzle disseminate nel corso della narrazione.

Eppure, questo non priva la lettura di una crescente emozione, data proprio dal fatto di essere consapevoli di quanto di terribile si deve evitare.

Perché lei deve sapere.

Finalmente deve sapere.

Sinossi

Due famiglie, due storie parallele.
Geraldine e Greg, due giovani innamorati, vengono divisi con l’inganno quando lei aspetta un figlio, frutto del loro grande amore.
Geraldine cresce Peter da sola, tra mille difficoltà.
Lui sa che il padre è morto, ma alla soglia dei trent’anni, scopre cos’è realmente accaduto prima che lui nascesse.
Mindy, figlia di un magnate dell’industria, rimane sola dopo un incidente d’auto che si porta via la madre, la sorella gemella e forse anche il padre, dal momento che non si trova il suo corpo.

È stato un incidente o un omicidio?

Il ritrovamento di una misteriosa lettera, la spinge a scavare nella vita della sua famiglia, con l’aiuto di Tommy Evans, il suo amico giornalista.

E se anche lei fosse in pericolo?

Quando finalmente incontra Patrick, la sua vita sembra prendere la giusta piega ma a pochi giorni dal suo matrimonio…
Titolo: Lei non deve sapere
Autore: Giusy Amato
Edizione: Youcanprint, 2017
link d’acquisto:

http://amzn.to/2uWkkJZ

Emma Fenu

Nata e cresciuta respirando il profumo del mare di Alghero, ora vivo, felicemente, a Copenhagen, dopo aver trascorso un periodo in Medio Oriente. Sono Laureata in Lettere e Filosofia e ho, in seguito, conseguito un Dottorato in Storia delle Arti. Scrivo per lavoro e per passione. Mi occupo da anni di storia delle Donne, critica, letteratura al femminile e iconografia di genere; tengo un corso di scrittura creativa; recensisco libri, intervisto scrittori; organizzo e partecipo ad eventi culturali; gestisco siti e blog dedicati al mondo della cultura, fra cui "Cultura al Femminile".Ho pubblicato un saggio, "Mito e devozione nella figura di Maria Maddalena", un romanzo - inchiesta, "Vite di Madri. Storie di ordinaria anormalità", sul lato oscuro della maternità, racconti, fiabe e poesie e una saga familiare, "Le dee del miele", che si snoda in una Sardegna intrisa di mito e memoria, dove sono le donne le custodi della vita e della morte. Scrivo fiabe, racconti e collaboro per varie antologie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *