“Lettera a me stesso fra vent’anni” di Leonardo di Cecio

Pubblicato da Emma Fenu il

“Lettera a me stesso fra vent’anni”

di Leonardo Di Cecio

(14 anni)

Caro il mio Leonardo, ti scrivo una Lettera a distanza di vent’anni. Scrivo all’uomo che sarò.

Stai bene? Hai trovato la tua anima gemella?
Spero vivamente di sì.

Spero anche, data l’età, tu abbia trovato un lavoro e che tu e tua moglie abbiate avuto almeno due figli.

Sono due maschietti o due femminucce? Oppure un maschietto ed una femminuccia?

Beh in tal caso chiamerei la femminuccia Mary. Invece per il maschietto, Harry o Percy.

A proposito, hai continuato a leggere come un matto, come facevi da ragazzino? Lo sai, se vuoi essere un bravo scrittore devi leggere un sacco.

Parlando di scrittura, hai partecipato a qualche concorso? Sarebbe divertente. In più, guadagneresti un po’ di soldini se vincessi.

Ti ricordi del tempo in cui fantasticavi di vincere il premio Nobel per la Letteratura?

Mi chiedevo se avessi perseguito quel sogno oppure se l’avessi abbandonato in qualche angolo remoto della tua mente.
I tuoi genitori come stanno? Sai, ormai staranno invecchiando. Valli a trovare. Sono sicuro che gli farebbe un immenso piacere.

Mi auguro per te che ti sia fatto un paio di amici.

Ricordati, non devono per forza essere tanti.

Possono anche benissimo essere pochi, basta siano buoni, leali e ti vogliano bene.

A proposito di amici, devi tenerti in contatto con Kirthi! Se hai tempo (e denaro), durante le vacanze valla a trovare in Sud Africa, falle una sorpresa.

Sarà estasiata di rivederti dopo tutti quei anni.

Tu dove vivi adesso?

Non volevi andare a New York o a Londra? In che università sei andato a studiare alla fine?

Qui tutto a posto. Siamo ancora in Svizzera, per ora. Sfortunatamente papà non sa ancora se restiamo qua oppure se ci mandano in un altro paese.

Per ora non ho fatto amici, semplicemente per il fatto che voglio trovare amici leali.

Per quanto riguarda l’amore non ho ancora trovato nulla, ma penso che arriverà presto.

Io finisco qua. U

n bacione e buona fortuna per tutto.

Lavora sempre sodo, sii determinato e concentrato su quel fai, sempre.

Tratta bene tua moglie: sii comprensivo, se ha dei dubbi e dei problemi aiutala, falle dei regali, non dimenticarti mai e poi mai del suo compleanno o dell’anniversario di matrimonio.

Educa i tuoi figli in modo che imparino a rispettare gli altri, che sappiano difendersi quando necessario, che siano educati con le persone e che siano altruisti.

Infine, fai qualcosa per la tua goffaggine e fatti rispettare.

Tuo Leonardo


Emma Fenu

Nata e cresciuta respirando il profumo del mare di Alghero, ora vivo, felicemente, a Copenhagen, dopo aver trascorso un periodo in Medio Oriente. Sono Laureata in Lettere e Filosofia e ho, in seguito, conseguito un Dottorato in Scienze dei Sistemi Culturali. Scrivo per lavoro e per passione. Mi occupo da anni di storia delle Donne, di letteratura e  iconografia di genere; sono presidente e fondatrice del portale "Cultura al Femminile" e dell'omonima associazione culturale; amministro la pagina facebook "Letteratura al Femminile; scrivo recensioni e articoli per magazine e siti; insegno italiano agli stranieri; tengo corsi di scrittura creativa; organizzo eventi culturali in tutta Italia; sono attiva contro la violenza sulle donne. Ho collaborato come giurata o autrice per varie antologie. Ho pubblicato un romanzo - inchiesta, "Vite di Madri. Storie di ordinaria anormalità", sul lato oscuro della maternità; una saga familiare, "Le dee del miele", che si snoda in una Sardegna intrisa di mito e memoria, dove sono le donne le custodi della vita e della morte; una fiaba contro i pregiudizi sessisti, "Il segreto delle principesse"; una silloge illustrata di filastrocche sul concepimento e sull'adozione, "E' da una fiaba che tutti arriviamo"; un saggio storico antropologico su Maria Maddalena, "Nero e rosso di Donna. L'ambiguità della femminilità".

6 commenti

Annalisa · 29 agosto 2017 alle 0:48

Bravissimo Leonardo!!!
Bravo per la forma e per il contenuto. Tua moglie e i tuoi figli saranno davveto fortunati

Angela Papini · 29 agosto 2017 alle 13:47

Bravo Leo. I tuoi propositi sono encomiabili. Sarai un uomo felice ne sono certa. E anche un bravo scrittore. Ma quello lo stai già diventando.

Rosamaria Liotta · 29 agosto 2017 alle 14:40

Carissimo Leo che bello scrittore sei gia e che uomo di successo diventerai.Scrivere e’ un difetto di famiglia! Un grande abbraccio.

Michele · 29 agosto 2017 alle 20:48

Bravissimo Leonardo, continua con questa voglia, il tuo futuro lo prevedo colmo di successi e soddisfazioni.
Felice di leggerti.

Katia · 30 agosto 2017 alle 0:02

Bellissimo, traspare tanta nobiltà d’animo. Sarai un uomo di valore Leonardo!

Leonardo · 30 agosto 2017 alle 8:16

A nome di Leonardo vorrei ringraziarvi tutti per il vostro caloroso modo di accogliere la libertà di espressione e il candore di un ragazzo che sta crescendo e si sta formando in un mondo di coetanei non sempre disposto ad accogliere con favore il suo modo di esprimersi. Questi commenti lo rassicurano e lo aiutano a credere che è bene essere sempre sé stessi.

Katia (mamm di Leonardo)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.