“I pilastri della terra” di Ken Follett

“I pilastri della terra” di Ken Follett

Recensione di Chiara Minutillo

I pilastri della terra

 

La ragazza girò gli occhi sui tre estranei, il cavaliere, il frate e il prete, quindi pronunciò la maledizione, parole terribili dai toni sonanti: “Io vi maledico perché siate colpiti dalla malattia e dall’angoscia, dalla fame e dalla sofferenza; la vostra casa sarà consumata dal fuoco e i vostri figli finiranno sulla forca; i vostri nemici trionferanno e voi invecchierete nella tristezza e nel rimorso e morirete tra le sozzure e i tormenti”.

Una ragazza dagli occhi color del miele, il ventre prominente. E l’espressione inquietante di chi sembra leggerti nella mente e nel cuore. La maledizione di una donna disperata, innamorata, adirata e vittima di un’ingiustizia è l’anatema più efficace che esista.

È questo il prologo, la base su cui viene fondata la storia.

“I pilastri della terra”, scritto da Ken Follett nel 1989, è stato più volte definito un capolavoro moderno. Si tratta di un romanzo ben costruito, geniale e straordinario. Immenso, come la cattedrale di Kingsbridge, la cui costruzione fa da sfondo alla narrazione e da ponte tra le vicende.

Esattamente come una cattedrale, “I pilastri della terra” è un romanzo di complessa costruzione. Se è vero che le vicende principali sono frutto della fantasia, lo scenario temporale in cui prendono vita, invece, è tragicamente vero.

Leggendo le prime pagine, è come se Ken Follett avesse dato due prologhi alla sua storia.

Uno, è quello della “strega” dagli occhi color miele, che apre la strada agli eventi e ai personaggi inventati. Il secondo, è quello reale, che dà il via allo sfondo culturale e storico del romanzo: il naufragio, nel 1120, della White Ship, che portava a bordo l’unico figlio e erede legittimo di Enrico I e il conseguente periodo di anarchia vissuto dall’Inghilterra.

Tuttavia, non è solo il romanzo a sembrare una cattedrale. Il mondo stesso del Medioevo, ricostruito da Ken Follett, è come un enorme edificio. Stabile quando i suoi pilastri sono forti, debole e pronto a crollare quando le sue colonne non riescono a sostenerne il peso.

La cattedrale di Kingsbridge viene demolita, progettata, costruita e ricostruita. Ogni volta si nota un difetto, si cerca di migliorarla, di renderla più bella, attraente. Soprattutto più forte.

La religione, la giustizia, la lealtà, l’amore. Sono questi i quattro forti pilastri su cui posa l’enorme costruzione della società non solo di Kingsbridge, ma dell’intera Inghilterra. E quando uno di essi manca o viene alterato, tutto cade a pezzi, creando macerie, scontentezza, distruzione.

“I pilastri della terra” è un romanzo incredibile, pieno di passione e violenza, di guerra e di amore. È un romanzo che ha il potere di trascinare attraverso un’epoca storica tanto buia quanto affascinante. Una storia i cui personaggi prendono vita, con i loro difetti e le loro virtù, con le loro caratteristiche che ci suscitano emozioni di amore o di odio, di amicizia o di disprezzo. Un racconto lungo decenni, che porta in luce valori che echeggiano nel tempo e lezioni morali intramontabili.

La morte di Thomas aveva rivelato che, in un conflitto tra la Chiesa e la Corona, il monarca poteva prevalere solo ricorrendo alla forza bruta. Ma il culto di San Thomas provava che sarebbe stata sempre una vittoria vana. Il potere di un re non era assoluto, dopotutto: poteva essere limitato dalla volontà del popolo.

Sinossi

Un mistery, una storia d’amore, una grande rievocazione storica: nella sua opera più ambiziosa e acclamata, Ken Follett tocca una dimensione epica, trasportandoci nell’Inghilterra medievale al tempo della costruzione di una cattedrale gotica. Intreccio, azione e passioni si sviluppano così sullo sfondo di un’era ricca di intrighi e cospirazioni, pericoli e minacce, guerre civili, carestie, conf litti religiosi e lotte per la successione al trono. Con la stessa, infallibile suspense che caratter izza tutti i suoi thriller, Follett ricrea un’epoca scomparsa e affascinante. Foreste, castelli e monasteri sono l’avvolgente paesaggio, mosso dai ritmi della vita quotidiana e dalla pressione di eventi storici e naturali entro il quale per circa quarant’anni si confrontano e si scontrano le segrete aspirazioni e i sentimenti dei protagonisti – monaci, mercanti, artigiani, nobili, fanciulle misteriose -, vittime o pedine di avvenimenti che ne segnano i destini e rimettono continuamente in discussione la costruzione della cattedrale. Una grande storia di ambizione e tradimento, coraggio e dedizione, amore e vendetta, in cui si ritrova tutta l’impeccabile arte di narrare di uno dei più amati scrittori contemporanei.

Autore: Ken Follett

Titolo: I pilastri della terra

Editore: Mondadori

Pubblicazione: 2016 (nella collana Oscar Absolute)

Pagine: 1030

Link per l’acquisto: https://www.amazon.it/pilastri-della-terra-Oscar-bestsellers-ebook/dp/B0087GZGOO/ref=sr_1_1?s=digital-text&ie=UTF8&qid=1506787619&sr=1-1&keywords=i+pilastri+della+terra+di+ken+follett

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *