“Stupido cancro” di Rosa Marra

“Stupido cancro” di Rosa Marra

Contest Lettere al Femminile

Stupido cancro

Stupido cancro,

ho deciso di dirti ciò che penso di te!

Penso che sei più stupido di quanto tu possa pensare!

Penso che la tua prepotenza di insediarti in un corpo e consumarlo, logorarlo, trasformarlo per nutrire te stesso in modo incontrollato e impossessarti di tutto il corpo non ti rende grande.

Sei stupido perché la tua crescita ti rende prigioniero di quel corpo… non avrai più spazio per crescere, sei stupido perché quel corpo che hai consumato ti teneva in vita, ti controllava, si preoccupava di te.

Ma non hai apprezzato tutto questo… sei solo stupido!

E quel corpo consumato diventerà luce che brillerà ovunque… di te resta solo il buio,
non ci sarà una foto, un oggetto, una frase a ricordati.

Voglio darti un consiglio… ama il corpo che ti nutre, cresci in modo naturale, vivi con lui, dagli la possibilità di stare con i suoi cari, non approfittare della sua ospitalità.

Tanti ti ringrazieranno, ma non continuare a essere stupido…

Rosa

Maria Cristina Sferra

Maria Cristina Sferra, giornalista professionista e graphic designer. Insaziabile lettrice, scrive per lavoro e per passione. Autrice indipendente, ha pubblicato il romanzo “A mezzogiorno del mondo (una storia d’amore)”, la silloge poetica “Il soffio delle stagioni”, la raccolta di racconti rosa “L’amore è una sorpresa”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *