“Una valigia, petali e fotografie” di Anna Maria Lombardi

Una valigia, petali e fotografie” di Anna Maria Lombardi

Recensione di Maria Cristina Sferra

Una valigia

Varco la soglia della grande casa nel borgo antico.

La poetessa mi attende in una sala illuminata dalla luce radente e morbida di ottobre, tra fiori dai toni delicati disposti con garbo in vasi di cristallo e fotografie incorniciate con cura e appoggiate sopra un tavolo di legno scuro.

Il sorriso di Anna Maria Lombardi mi accoglie mentre lei, con un gesto gentile, mi invita ad accomodarmi sul sofà.

Nella stanza aleggia un profumo intenso di ricordi, sogni e speranze.

È giunto il momento di sfogliare le pagine del libro, leggere le poesie, assaporare le parole.

È giunta l’ora di aprire la valigia per scoprire che cosa vi è riposto all’interno.

“(…) Là, dove la carica nuvola

sparge i suoi fiocchi

di nutriente diamante

e l’anima mia si nutre d’immenso.”

(Da “La montagna”)

L’amore sensuale si insinua tra le righe, nascosto tra gli abbracci e le notti stellate, figlio di un sentimento puro e longevo.

L’amore universale si palesa nei versi con voce ottimista e si rivolge al mondo buono che accoglie e custodisce la vita.

Forte e saldo è il rapporto della poetessa con il creato, che diviene fonte di ispirazione e rigenerazione. Così la montagna, il mare, la pioggia, i fiori accompagnano le liriche con la loro presenza benevola.

“La candida veste strappata

ai piedi dell’altare,

il sacrificio della donna

che ha creduto di essere amata.

Cieca, non vide le macchie rosse

trasformarsi in inchiostro. (…)”

(Da “Per troppo amore”)

Attento e profondo è il rapporto della poetessa con il dolore, sia quello personale che quello che sconvolge il pianeta per mano di esseri dissennati.

L’indignazione grida più forte quando la mano dell’uomo si alza per uccidere una donna.

Ma, nonostante tutto, sopra ogni cosa si stende lo sguardo materno e amorevole che non rinuncia mai a essere positivo.

“(…) Qualche disegno ricorda i graffi scavati

sulla pelle del mio cuore sudato,

guariti da sconfitte accettate a fatica.

Cicatrici sbiadite di vecchie foto

di rose scarlatte seccate da tempo.”

(Da “Vecchie foto di rose scarlatte”)

Sono pietre preziose di una lunga collana, le esperienze e i ricordi che conducono al presente di una vita vissuta con pienezza e assaporata in ogni suo minuscolo istante.

Una valigia, petali e fotografie di Anna Maria Lombardi è una silloge dalla spiccata impronta femminile, è una raccolta intensa e pregna di significati che non possono andare perduti.

È giunto il tempo di chiudere la valigia e di conservare nel cuore tutte le emozioni raccolte.

Una valigia

Sinossi

È una valigia di cartone, logora di bellezza, la silloge di Anna Maria Lombardi. Il sole le ha donato, tramite mille baci ardenti, sfumature delicate, bruciandone a tratti la pelle sottile; la luna ne ha protetto i segreti, allontanando da essa mani di oscuro oblio; le montagne ne hanno scalfito la superficie un tempo liscia, ora istoriata di mille storie nei segni arcani di rovi e tronchi; il mare ne ha accartocciato i bordi, come fosse una conchiglia da lui partorita, fra onde di liquido amniotico. [Dalla prefazione di Emma Fenu]

Titolo: Una valigia, petali e fotografie
Autore: Anna Maria Lombardi
Genere: Poesia
Editore: CTL Editore Livorno
Pagine: 70
Potete acquistare il libro a questo LINK

Maria Cristina Sferra

Maria Cristina Sferra, giornalista professionista e graphic designer. Insaziabile lettrice, scrive per lavoro e per passione. Autrice indipendente, ha pubblicato il romanzo “A mezzogiorno del mondo (una storia d’amore)”, la silloge poetica “Il soffio delle stagioni”, la raccolta di racconti rosa “L’amore è una sorpresa”.

6 commenti:

  1. Anna Maria Lombardi

    Ho letto con stupore ed emozione la tua bellissima recensione mia cara Maria Cristina. Hai descritto un bellissimo quandro in cui mi ci ritrovo perfettamente. Grazie dal profondo del mio cuore. Abbraccio.
    Anna Maria Lombardi

  2. Anna Maria Lombardi

    Ho letto con stupore e tanta emozione le tue bellissime parole sul contenuto del mio libro di poesie. Hai descritto un meraviglioso quadro in cui mi rispecchio tanto. Grazie dal profondo del mio cuore.
    Anna Maria

  3. Bellissime parole, brava

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *