“Cambia il copione della tua vita! Sei storie per scegliere di stare bene” di Maria Saccà

“Cambia il copione della tua vita!

Sei storie per scegliere di stare bene”

di Maria Saccà

 

recensione di Emma Fenu

copione

“C’era una volta”…

Tutte le storie cominciano così, anche la nostra.

Fermiamoci un attimo e proviamo a ricordare, forse la nostra vita non somiglia a una favola, non ci sono principi, principesse, orchi o streghe, ma ci sono sicuramente i buoni e i cattivi, c’è uno svolgimento, un percorso che, magari, a volte è stato anche ripetitivo.

E proprio su questa ripetitività dobbiamo soffermarci: ti è capitato spesso di avere a che fare con persone che ti hanno fatto soffrire (i cattivi)?

E queste persone avevano delle caratteristiche simili tra di loro?

Ti è capitato spesso di innamorarvi della persona sbagliata?

Ti è capitato spesso di iniziare attività con entusiasmo, e poi mollare poco tempo dopo?

Ti è capitato spesso di cacciarti negli stessi guai?

Ti è capitato spesso di dirti, alla fine, “Ma come ho fatto a cascarci ancora?”.

Se riesci a individuare questa ripetitività, stai probabilmente iniziando ad analizzare il copione della tua vita: ogni persona pianifica la propria esistenza, ogni individuo decide nella prima infanzia la propria vita e la propria morte.

Questo programma che si porterà dietro ovunque vada si chiama COPIONE.

 

Da bambini, entro i sei anni, sotto l’influenza più o meno autoritaria o subliminare dei nostri genitori (o di figure adulte autorevoli), abbiamo scritto un “copione”,
 ossia una storia con vicende ed epiloghi che ci sentiamo tenuti a reiterare e ripetere, sul palcoscenico della vita, per ottenere applausi altrui e soprattutto il nostro consenso.

I soddisfatti saranno coloro che realizzeranno in toto il proprio obiettivo, i gravemente insoddisfatti contempleranno la morte.

Nel mezzo ci sono la maggior parte degli individui.

Eppure, è possibile liberarsi di questo canovaccio che ci rende principesse e principi senza regno e senza castello, per scrivere una nuova storia, da adulti, che sia davvero coincidente con la nostra natura e esigenza di libertà da modelli inconsci severi, autodistruttivi o semplicemente poco confacenti a chi siamo davvero.

E chi siamo davvero, essendo in primis figli del “copione”, non è facile capirlo.

Premessa essenziale per comprendere il saggio di Maria Saccà, Cambia il copione della tua vita! Sei storie per scegliere di stare bene, complesso nei temi ma di coinvolgente lettura, come solo i bravi scrittori sanno fare, è avere chiaro che ciascuno di noi ha in sé tre componenti, definite, rispettivamente, in Analisi Transazionale:  Genitore, Adulto e Bambino.

Il Genitore è la parte che ha acquisito tutto ciò che madre e padre ci hanno insegnato in termini di giusto e sbagliato e di buono e cattivo (Genitore normativo) o che ha fatto proprio il senso di gratificazione e protezione (Genitore Affettivo);

l’Adulto è la parte che si è formata autonomamente grazie alla ragione e alla logica e che è tramite fra le altre due;

il Bambino è la parte in cui nascondiamo chi siamo stati nell’infanzia e le emozioni o i desideri con essa connessi.

Anche nella parte del Bambino è opportuno fare un distinguo fra il Bambino Libero, che si esprime in modo naturale, e il Bambino Ribelle, che usa le emozioni per ricattare o in modo negativo e punitivo.

Essere felici ed equilibrati pare semplice: dare spazio all’Adulto, limitare il Genitore Normativo e far uscire il Bambino Libero.

Pare facile, ma non lo è.

Tuttavia ciò che richiede consapevolezza e impegno non è affatto impossibile da ottenere!

Un primo passo, superando eventuali mancanze del rapporto genitoriale della nostra infanzia è giungere alla conclusione: “Io sono OK; tu sei OK”.

Ciò non implica una eccessiva autostima o una mancata capacità di critica, ma uno spirito di accoglienza, che nasce anche dalla cognizione dei propri e degli altrui limiti ma che non svilisce la volontà di accettarli, consapevoli di essere imperfetti,  e di porsi nel tentativo non affannoso di migliorare sé e il mondo.

Un secondo passo è dare sfogo alle emozioni autentiche, ossia quelle provate da bambini e non castrate, allontanando le emozioni parassita, ossia quelle sostitutive usate al posto delle prime, proibite dai genitori.

Non proseguirò nella sintesi frettolosa di un testo che, invece, richiede un vostro ruolo attivo e la vostra attenzione.

Troverete citazioni, esempi, storie reali, fiabe interpretate, test, riposte e domande, stimoli di riflessione.
Troverete un percorso. Al termine ci siete voi.

Buona avventura.

Poche regole, tutto sommato:

Partire dalla propria infelicità e dalla  voglia di cambiare.

Guardarsi alle spalle durante questo viaggio e  rivedere riascoltare le facce e le voci che hanno imposto delle scelte, dando in cambio sorrisi.

Ascoltare se stessi  e chiedersi   cosa   si vuole veramente.

Valutare guadagni e perdite per il cambiamento.

Mettere in pratica alcuni nuovi gesti e verificare gli effetti.

Assaporare  il gusto di essere se stessi.         

Vivere nel presente, senza più angosce per il passato né paure sconsiderate per il futuro.

Sinossi

Ti è capitato spesso di innamorarti della persona sbagliata?

Ti è capitato spesso di iniziare un’attività con entusiasmo per poi abbandonarla poco tempo dopo?

Ti è capitato spesso di trovarti negli stessi guai?

Ti è capitato spesso di dirti “Ma come ho fatto a cascarci ancora?”

In questa guida l’autrice – una psicologa – aiuterà il lettore a riconoscersi e liberarsi dalla gabbia del proprio copione per riuscire a vivere una vita autentica e vincente.

Titolo: Cambia il copione della tua vita! Sei storie per scegliere di stare bene
Autore: Maria Saccà
Edizione: Franco Angeli, 2017
Link d’acquisto:
https://www.ibs.it/cambia-copione-della-tua-vita-ebook-maria-sacca/e/9788891758392

 

Emma Fenu

Nata e cresciuta respirando il profumo del mare di Alghero, ora vivo, felicemente, a Copenhagen, dopo aver trascorso un periodo in Medio Oriente.

Sono Laureata in Lettere e Filosofia e ho, in seguito, conseguito un Dottorato in Storia delle Arti.
Scrivo per lavoro e per passione.
Mi occupo da anni di storia delle Donne, critica, letteratura al femminile e iconografia di genere; tengo un corso di scrittura creativa; recensisco libri, intervisto scrittori; organizzo e partecipo ad eventi culturali; gestisco siti e blog dedicati al mondo della cultura, fra cui “Cultura al Femminile”.

Ho pubblicato un saggio, “Mito e devozione nella figura di Maria Maddalena”, un romanzo – inchiesta, “Vite di Madri. Storie di ordinaria anormalità”, sul lato oscuro della maternità, racconti, fiabe e poesie e una saga familiare, “Le dee del miele”, che si snoda in una Sardegna intrisa di mito e memoria, dove sono le donne le custodi della vita e della morte. Scrivo fiabe, racconti e collaboro per varie antologie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *